Dieta a zona e lupus

Indice delle risposte pubblicate

Salve oggi una mia cliente mi ha parlato della dieta a zona, io sono affetta da lupus a livello epidermico, mi chiedevo se mi potesse aiutare iniziare una dieta zona considerando che giornalmente prendo 8 pillole e sinceramente sono intossicata infatti spesso e volentieri stacco tutto, e in breve tempo le mie chiazze si riacutizzano, se vi e' possibile potete mandarmi una dieta zona da seguire perchè non saprei da dove iniziare, premetto che la mia alimentazione è completamente sballata salto spesso il pranzo, amo la carne rossa, ma anche il pesce se desiderate altre informazioni basta chiederle mi ha spinto l'idea di scrivervi perche questa signora ha il marito affetto da artrite e ha gia diminuito i farmaci grazie alla dieta che ha iniziato da poco, in attesa di risposta vi ringrazio anticipatamente.

 

 

Lupus e dieta a zona

In un soggetto sano la dieta è in grado di peggiorare la qualità di vita causando una serie di piccoli disturbi che avvelenano la vita attuale, e che diventano negli anni sempre più invadenti fino a diventare vere e proprie patologie.

Nei soggetti affetti da alcune malattie, tra cui quelle autoimmuni, una dieta scorretta spesso causa un peggioramento dello stato di salute e una incapacità di contrastare in modo adeguato la malattia. Esistono poi strategie nutrizionali in grado di migliorare la situazione ma attualmente non esiste nessun approccio in grado di risolvere il problema, tantomeno di sostituirsi ai farmaci.

 

 

La dieta a zona pretende di risolvere tanti problemi di salute e questo è un vero e proprio insulto, a mio parere, a chi combatte quotidianamente con queste malattie, perché di scientifico c'è ben poco e soprattutto le promesse vanno molto al di là delle reali aspettative.

I principi su cui si basa la dieta a zona sono quelli spiegati in questo articolo. La scienza ufficiale si è occupata dell'argomento e ha rilevato piccoli miglioramenti in seguito a una integrazione con grassi omega 3, in questo articolo sulla dieta per le malattie autoimmuni ho riportato alcune linee guida per tentare questo approccio.

 

 

Seguire queste indicazioni è più semplice che seguire la dieta a zona e quindi puoi provare immediatamente: secondo questo articolo, una integrazione con omega 3 porta a risultati tangibili in un periodo di 12 settimane, quindi di circa 3 mesi.

Se parti da una dieta scorretta e inizi con costanza a seguire una dieta a zona stai migliorando la tua alimentazione e quindi otterrai dei benefici, ma la zona non c'entra nulla, il risultato è dovuto al passaggio da una dieta sregolata a una dieta più equilibrata.

Inoltre, se segui una nuova terapia e ci credi, l'effetto placebo e soprattutto l'entusiasmo e la speranza in un miglioramento ti fanno stare meglio ed ecco che puoi diminuire i farmaci.

Tutte le malattie autoimmuni sono influenzate dallo stress psicofisico e quindi è molto difficile valutare quando una terapia non convenzionale funziona davvero o si tratta solo di effetto placebo.

Concludendo, il mio consiglio è quello di imparare a mangiare in modo equilibrato costruendoti una coscienza alimentare sviluppata... Ed eventualmente di tentare l'integrazione di omega 3.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?

 


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...


Alimentazione per crescita muscolare

La giusta alimentazione per la crescita muscolare senza incappare in pregiudizi alimentari.


Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.