Frittelle di fiori d'acacia

VIDEORICETTA >>

I fiori d'acacia sono le infiorescenze di un albero appartenente alla famiglia delle Mimosacee.
L'acacia è diffusa in tutto il mondo, in particolare in Australia dove è considerata l'emblema nazionale, ma ne esistono più di mille specie sparse per il mondo.

 

 

In Italia troviamo la Robinia Pseudoacacia, un albero simile alla mimosa ma i cui fiori sono bianchi o color crema, lunghi circa 2 cm, aperti come dei piccoli iris e riuniti in grappoli pendenti. L'acacia adora climi caldi e tropicali e non è un albero molto longevo, è diffusa soprattutto al Nord (Liguria, Veneto).

Sicuramente, oltre ad avere una funzione ornamentale, l'acacia è molto importante per la produzione di miele, poiché è una pianta nettarifera. Ed in primavera, quando fioriscono, vengono usati in gastronomia anche i suoi fiori per preparare risotti, marmellate, frittelle, insalate, frittate o liquori.

Fiori Acacia

I fiori d'acacia sono molto profumati, hanno un sapore dolciastro ed una consistenza carnosa che ben si presta alla frittura. Vediamo di seguito la ricetta delle frittelle di fiori d'acacia, piatto tipicamente primaverile, semplice, della cucina umile e spesso reperibile durante le sagre di paese come street food.

 

 

Ricetta delle frittelle di fiori d'acacia

Per reperire i fiori d'acacia basta saper riconoscere l'albero e andarli a raccogliere in primavera, nel pieno della maturazione (stando attenti alle api, molto ghiotte di acacia...). L'acacia è un albero che cresce spontaneo e di natura infestante, quindi facilmente reperibile nei boschi.

Esistono varie ricette per fare le frittelle di fiori d'acacia: i fiori possono essere lasciati appesi al grappolo, oppure possono essere utilizzati solo i petali mescolati nella pastella. La seconda opzione è più impegnativa poiché i petali vanno tolti con le pinzette uno ad uno. Nel primo caso il procedimento è molto più semplice e il gambo ha la funzione di "manico" sia per immergere i fiori nella pastella sia per mangiarli.

Nella pastella consiglio di usare un mix di farine di frumento e di riso, poiché quella di riso dà una nota di leggerezza ed ha un sapore più delicato che non interferisce con il sapore dei fiori. In alternativa si può usare una farina specifica per fritti.

Frittelle Fiori Acacia

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti:

  • 15 grappoli circa di fiori d'acacia freschi
  • 50 g di farina tipo 00
  • 50 g di farina di riso
  • 100 g di acqua gassata ghiacciata
  • 1 uovo
  • sale
  • olio di semi di arachide per friggere

Preparazione

 

 

Una volta raccolti, i fiori d'acacia vanno tenuti in un cestino, senza essere pressati, se non vengono utilizzati subito possono essere conservati in frigorifero per un giorno. Non vanno lavati altrimenti marciscono! Controllare che non ci siano insetti nascosti all'interno dei fiori, a tal proposito è bene farli riposare un'oretta, in genere gli insetti eventualmente presenti si allontaneranno da soli.

Preparare la pastella mescolando le uova con la farina e l'acqua frizzante, salare e mescolare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Immergere i fiori d'acacia tenendoli per l'estremità del gambo nella pastella, poi friggerli in abbondante olio a 180 gradi. Scolarli e asciugarli con carta assorbente, salarli leggermente in superficie, quindi servirli ancora caldi.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

447 kcal - 1868 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

2 g

Proteine

5 g - 5%

Carboidrati

29 g - 25%

Grassi

35 g - 70%

di cui

 

saturi

4.3 g

monoinsaturi

11.6 g

polinsaturi

17.0 g

Fibre

1 g

Colesterolo

65 mg

Sodio

27 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Polpette di tonno e patate al forno

Cerchi una ricetta per far mangiare il pesce in modo divertente ai propri figli? Una soluzione potrebbe essere rappresentata dalle polpette di tonno e patate al forno.

Torta di mele light: può un cibo essere dietetico?

Spesso i dolci sono spesso banditi dalle diete, anche se in realtà è possibile preparare torte leggere e non eccessivamente caloriche.

Torta tenerina: la ricetta originale

La torta tenerina è forse uno dei dolci più diffusi e preparati in Italia: semplicissimo da preparare e adatto anche a chi è alle prime armi.

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi: una variante sfiziosa della salsa di origine messicana, per stupire i vostri ospiti.

 

Vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati

La vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati è una ricetta un po' elaborata, ma che non richiede particolari abilità e di sicuro stupirà i vostri ospiti.

Gnocchi di spinaci con porri e fonduta di parmigiano

Gli gnocchi di spinaci sono una variante degli gnocchi tradizionali, scopriamoli in abbinamento a un letto di porri e alla fonduta di parmigiano.

Crostata meringata al limone e zenzero

La crostata meringata al limone e zenzero è una variante molto interessante del classico dolce di origine anglosassone.

Involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta

Gli involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta sono una ricetta sfiziosa, non troppo complicata da realizzare, economica, salutare, e dall'impatto visivo molto interessante.