Devitalizzazione del dente

Che cos’è la devitalizzazione del dente?

"Endo" è la parola greca per "dentro" e "odont" è greco per "dente". Il trattamento endodontico tratta l'interno del dente. Il trattamento di devitalizzazione del dente è un tipo di trattamento endodontico.

 

 

Per comprendere il trattamento endodontico, aiuta conoscere qualcosa sull'anatomia del dente. Dentro il tuo dente, sotto lo smalto bianco e uno strato duro chiamato dentina, c'è un tessuto molle chiamato polpa. La polpa contiene vasi sanguigni, nervi e tessuto connettivo e crea i tessuti duri circostanti del dente durante lo sviluppo.
La polpa si estende dalla corona del dente alla punta delle radici dove si collega ai tessuti che circondano la radice, è importante durante la crescita e lo sviluppo di un dente. Tuttavia, una volta che un dente è completamente maturo può sopravvivere senza la polpa, perché il dente continua ad essere nutrito dai tessuti che lo circondano.

 

 

Il moderno trattamento endodontico è molto simile a un riempimento di routine e solitamente può essere completato in uno o due appuntamenti, a seconda delle condizioni del dente. L’operazione di devitalizzazione del dente è relativamente indolore e può presentare alcuni vantaggi:

  • masticazione efficiente;
  • forza e sensazione di masticazione normale;
  • aspetto naturale;
  • protegge gli altri denti da eccessiva usura o stress.

Quando va devitalizzato il dente?

È necessario avere un trattamento endodontico quando l'interno del dente (la polpa) diventa infiammata o infetta a causa di una carie profonda, ripetute procedure dentali, protesi difettose o una frattura del dente. Anche un trauma al dente può causare danni alla polpa anche se il dente non presenta schegge o scheggiature visibili. Se l'infiammazione o l'infezione della polpa non viene trattata, può causare dolore o portare ad un ascesso.

I segni da cercare comprendono dolore, prolungata sensibilità al caldo o al freddo, sensibilità al tatto e alla masticazione, decolorazione del dente e gonfiore, drenaggio e dolore nei linfonodi, nonché nei vicini tessuti ossei e gengivali. A volte, tuttavia, non ci sono sintomi.

La procedura di devitalizzazione

Durante una devitalizzazione l’endodontista rimuove la polpa infiammata o infetta e l'interno del dente viene accuratamente pulito e disinfettato, quindi riempito e sigillato con un materiale simile alla gomma. Successivamente, il dente viene ripristinato con una protesi per protezione e continuerà a funzionare come qualsiasi altro dente.

 

 

Il trattamento endodontico viene generalmente eseguito attraverso i seguenti passaggi.

L'endodontista esamina e prende una radiografia del dente usando i raggi X, quindi amministra l'anestesia locale. Dopo che il dente è intorpidito, l'endodontista posiziona un piccolo foglio protettivo chiamato "diga dentale" sull'area per isolare il dente e tenerlo pulito e privo di saliva durante la procedura.

L'endodontista fa un'apertura nella corona del dente. Dei piccoli strumenti vengono utilizzati per pulire la polpa per modellare lo spazio per il riempimento.

Dopo che lo spazio è stato pulito e modellato, l'endodontista riempie i canali della radice con un materiale biocompatibile, di solito un materiale simile alla gomma chiamato guttaperca. La guttaperca viene posizionata con un cemento adesivo per garantire la completa sigillatura dei canali radicolari. Nella maggior parte dei casi, viene inserito un riempimento temporaneo per chiudere l'apertura. Il riempimento temporaneo verrà rimosso dal dentista prima che il dente venga ripristinato.

Dopo aver rimosso il riempimento temporaneo il dentista posiziona una protesi sul dente per proteggerlo e ripristinarlo alla piena funzionalità.

Se il dente manca di una struttura sufficiente per mantenere stabile la protesi, il dentista o l'endodontista possono posizionare un supporto all'interno del dente.

Il trattamento endodontico aiuta a mantenere una normale funzione dentale e a ripristinare una la masticazione bilanciata. Con la cura adeguata, la maggior parte dei denti che hanno avuto un trattamento di devitalizzazione possono durare una vita.

La devitalizzazione fa male?

Molte procedure endodontiche vengono eseguite per alleviare il dolore dei mal di denti causati da infiammazione o infezione della polpa. Con le tecniche moderne e gli anestetici, la maggior parte dei pazienti riferisce di sentirsi a loro agio durante la procedura.

Il trattamento di devitalizzazione è per lo più indolore e spesso lascia meno fastidio durante il recupero rispetto all’estrazione del dente naturale. Grazie alle tecniche moderne e all'anestesia, i pazienti che ricevono una devitalizzazione del dente tendono a descriverlo come meno doloroso rispetto ai pazienti che hanno un dente estratto.

Per i primi giorni dopo il trattamento, il dente potrebbe essere sensibile, soprattutto se prima della procedura c'era dolore o infezione. Questo disagio può essere alleviato con farmaci da banco o con prescrizione medica.
Il dente potrebbe continuare a essere leggermente diverso dagli altri denti per qualche tempo dopo il completamento del trattamento endodontico. Tuttavia, se si soffre di forti dolori o dolori prolungati, è necessario riferirsi all’endodontista.

Possibili complicazioni nella devitalizzazione del dente

Tutte le procedure mediche e dentistiche portano dei possibili rischi. La maggior parte delle devitalizzazioni viene portata a termine senza complicazioni, ma a volte possono verificarsi dei problemi.

Possibili complicazioni includono:

  • danno al canale radicolare o al tessuto che circonda il dente;
  • infezione;
  • danno ai nervi intorno al dente.

A volte, il trattamento canalare non funziona ed è necessario avre delle operazioni successive. Queste sono chiamate ri-devitalizzazioni. A volte, i sintomi possono tornare anni dopo che il trattamento di devitalizzazione è stato completato, anche in questo caso il dentista puotrebbe consigliare un nuovo trattamento.

Il dente avrà bisogno di cure particolari dopo il trattamento?

Non bisogna masticare o mordere con il dente trattato fino a quando il trattamento non è stato completato. Il dente non restaurato è suscettibile alla frattura, quindi il restauro completo dovrebbe essere eseguito il più presto possibile. A parte questo, è sufficiente praticare una buona igiene orale, compresi spazzolatura, uso del filo interdentale e controlli e pulizie regolari.

La maggior parte dei denti trattati endodonticamente dura lungo. In alcuni casi, un dente che ha subito un trattamento endodontico non guarisce o il dolore continua. Occasionalmente, il dente può diventare dolente o malato mesi o addirittura anni dopo un trattamento inizialmente di successo: spesso, quando ciò accade, la procedura endodontica può essere ripristinata salvando il dente.

Benefici della devitalizzazione

Oltre alle ragioni cliniche per aver bisogno di una devitalizzazione ci sono anche innumerevoli ragioni pratiche per cui salvare il dente naturale è una scelta saggia. Il trattamento endodontico aiuta a mantenere una dentatura più naturale, diminuisce le possibilità di difficoltà di masticazione degli alimenti abituali e limita la necessità di futuri trattmenti dentali. Con una cura adeguata, la maggior parte dei denti che hanno avuto un trattamento canalare può durare una vita.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Integratori salini - Sali minerali per sportivi

Gli integratori salini sono supplementi di sali minerali che vengono utilizzati spesso in eccesso, ma sono invece consigliati solo in alcuni casi particolari.


Yersinia enterocolitica

La Yersinia enterocolitica è un patogeno emergente che contamina gli alimenti di origine animale e quelli di origine vegetale di quarta gamma.


Ipertermia maligna: la rara complicanza degli anestetici

L'ipertermia maligna è una rara complicanza di predisposizione genetica, che si ha sopratutto in seguito all'anestesia generale. Difficile da diagnosticare, vi sono però delle precauzioni.


Alcolismo

L'alcolismo è una malattia costituita da un abuso cronico di alcol. Rappresenta un modello di consumo di alcol che porta a disagio o compromissione clinicamente significativi.

 


Morso (puntura) di zecca: come riconoscerlo, terapia e prevenzione

Il morso, o puntura, della zecca può portare alla trasmissione di malattie infettive diverse a seconda della specie di zecca e dell'ospite in cui essa è stata in precedenza.


Bioflavonoidi o flavonoidi

I bioflavonoidi, o flavonoidi, sono una classe di composti polifenolici a basso peso molecolare che si trovano in frutti e fiori delle piante e che svolgono moltissime funzioni.


Equilibrio idrosalino, rene, ormoni e apparato urinario

L'equilibrio idrosalino è regolato dal rene, in stretta connessione con l'apparato circolatorio, ma anche dalla sudorazione e dall'ipotalamo, attraverso la stimolazione delle sete.


Coma etilico - Sintomi - Valori - Cosa fare

Il coma etilico è una grave conseguenza derivante da un'eccessiva assunzione di bevande alcoliche e che deve essere trattato come una vera e propria emergenza per evitare conseguenze gravi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.