Dermatite da pannolino

La dermatite da pannolino è una comune forma di infiammazione della pelle che appare come un insieme di punti rossi sulle natiche e sulle zone genitali del bambino; prima o poi quasi tutti i bambini vanno incontro ad una dermatite di questo tipo nel primo anno di vita. Non è un problema grave, ma è sicuramente fastidioso. Se non tratta può causare piaghe o lesioni della pelle più importanti. La dermatite da pannolino è spessa legata al fatto che i pannolini bagnati, da urine o feci, rimangono a contatto con la pelle per troppo tempo, causando fastidiosi sfregamenti sulle pelli più sensibili. È tipica dei neonati e dei bambini, ma può svilupparsi in chiunque indossi regolarmente un pannolino. La dermatite è molto fastidiosa per i bambini e può mettere in allarme molti genitori, ma in molti casi si può risolvere con creme, cambi più frequenti del pannolino e un’asciugatura ad aria.

 

 

Cause

La dermatite da pannolino può essere ricondotta a una serie di cause, tra cui:

  • Irritazione da feci e urine: l'esposizione prolungata a urina o feci può irritare la pelle sensibile del bambino. Il bambino può essere più incline alla dermatite da pannolino se ha spesso problemi intestinali o diarrea, perché gli escrementi saranno più irritanti.
  • Sfregamento: in generale gli indumenti che sfregano contro la pelle possono portare ad una eruzione cutanea.
  • Irritazione causata da un nuovo prodotto: la pelle del bambino potrebbe reagire ad un particolare tipo di salviettina per neonati, ad una nuova marca di pannolini, o ad un detersivo, una candeggina o ammorbidente utilizzato per la pulizia dei pannolini di stoffa riciclabili. Anche altre sostanze possono concorrere al problema come lozioni, polveri e oli utilizzati per la pulizia.
  • Infezione batterica o fungina: una semplice infezione della pelle può diffondersi rapidamente nella regione circostante, perché l'area coperta dal pannolino (glutei, cosce e genitali) è particolarmente vulnerabile alla diffusione dei batteri. Essendo un luogo caldo e umido, è un terreno perfetto per la crescita dei funghi.  
  • Introduzione di nuovi alimenti: quando i bambini iniziano a mangiare cibi solidi cambia, di conseguenza, il contenuto delle loro feci e questo potrebbe aumentare la probabilità di dermatite. I cambiamenti nella dieta del bambino possono aumentare la frequenza delle feci e quindi aumentare la possibilità di irritazione. Se il bambino è allattato al seno alcuni cibi che la madre assume potrebbero scatenare la dermatite.
  • Pelle sensibile: i bambini che soffrono di malattie della pelle, come la dermatite atopica o dermatite seborroica (eczema), possono avere più probabilità di sviluppare la dermatite da pannolino. Tuttavia, la pelle irritata della dermatite atopica ed eczema colpisce principalmente zone diverse dalla zona del pannolino.
  • Uso di antibiotici: gli antibiotici uccidono i batteri, sia quelli “buoni” che quelli “cattivi” del nostro corpo. Quando un bambino assume degli antibiotici, i batteri che mantengono la crescita del batterio patogeno sotto controllo possono essere uccisi, con conseguente dermatite da pannolino a causa di infezione del microorganismo. L’uso di antibiotici aumenta anche il rischio di diarrea e i bambini che hanno madri che assumono antibiotici sono esposti ad un maggior rischio di dermatite da pannolino.
Dermatite da pannolino

Sintomi

La dermatite da pannolino è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • Segni sulla pelle: la dermatite da pannolino causa un forte arrossamento sulla tenera pelle del neonato.
  • Cambiamenti nella postura del bambino: si può notare che il bambino appaia più scomodo del solito, soprattutto durante il cambio del pannolino.
  • Cambiamenti nell’umore: un bambino con una dermatite da pannolino spesso piange quando la zona arrossata viene lavata o toccata.

Trattamento

Il miglior trattamento per la dermatite da pannolino è quello di mantenere la pelle del bambino il più possibile asciutta e pulita. Solitamente scompare dopo i primi giorni di attenzione e cure casalinghe, senza ricorrere all’uso di farmaci, se la dermatite da pannolino del bambino persiste, nonostante il trattamento e le dovute precauzioni, è bene rivolgersi ad un pediatra e il medico può prescrivere:

  • idrocortisone in crema;
  • una crema antimicotica, se il bambino ha una infezione fungina;
  • degli antibiotici topici o per via orale, se il bambino ha una infezione batterica;
  • eliminare l’uso del talco che impedisce alla pelle di respirare. Se si desidera usarlo meglio preferire il tipo di talco a base di amido di mais;
  • una crema all’ossido di zinco, lo zinco se viene introdotto anche nell’alimentazione aiuta il sistema immunitario, combatte la proliferazione dei batteri, blocca l’effetto di alcuni enzimi ancora attivi nelle feci e controlla il Ph della cute;

 

 

È bene utilizzare creme o unguenti con steroidi solo se il pediatra o il dermatologo li raccomanda, perché possono portare a ulteriori problemi.

L’eritema da pannolino di solito richiede diversi giorni per migliorare, e l'eruzione può tornare più volte. Se l'eruzione cutanea persiste, nonostante il trattamento di prescrizione, il medico può raccomandare che il bambino sia visitato da uno specialista in malattie della pelle (dermatologo).

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute

Come prendersi cura dei genitori anziani che vivono soli

In questo articolo abbiamo deciso di raccogliere gli elementi principali da considerare quando ci si trova a prendersi cura di genitori anziani che vivono da soli.

Intolleranze alimentari: conoscerle, per prevenirle

Le intolleranze alimentari sono reazioni avverse dell'organismo provocate dall'ingestione di particolari cibi.

Il vantaggio dell'upscaling: come l'intelligenza artificiale sta migliorando l'imaging medico.

Il vantaggio dell'upscaling: come l'intelligenza artificiale sta migliorando l'imaging medico.

Lattulosio come prebiotico: un'analisi scientifica

Tra i vari prebiotici disponibili, il lattulosio ha suscitato un crescente interesse per le sue potenziali proprietà benefiche per la salute intestinale.

 

Tetralogia di Fallot

La tetralogia di Fallot è una malformazione cardiaca congenita complessa, caratterizzata da quattro difetti anatomici.

Naturopatia: l'unione di tecniche dall'efficacia non dimostrata

La naturopatia è una medicina che usa tecniche di altre medicine alternative e che propone un ritorno alla connessione con la natura. La sua efficacia non è però dimostrata.

Calcio

Il calcio è un elemento fondamentale, per questo molti soggetti possono valutare l'assunzione di un integratore.

Il cuscino per gambe: come funziona e quali sono i vantaggi per la circolazione sanguigna e la postura

Per migliorare la circolazione sanguigna e la postura, il cuscino per gambe è un prodotto immancabile.