Colpo di frusta

Il colpo di frusta è un infortunio al collo causato da un brusco movimento del collo, solitamente rapido e improvviso, simile appunto ad un colpo di frusta. Si può verificare a seguito di un incidente stradale, dopo un trauma sportivo e fisico. I segni ed i sintomi comuni del colpo di frusta includono dolore al collo, rigidità e mal di testa. La maggior parte delle persone che soffrono di un colpo di frusta si riprendono entro pochi mesi, con l'aiuto di farmaci antidolorifici, esercizio fisico, e altri trattamenti. Alcune persone invece possono sviluppare un dolore cronico al collo.

 

 

Cause

Il colpo di frusta si verifica quando la testa di una persona viene forzata rapidamente a eseguire un movimento avanti e indietro. Questo movimento può danneggiare le ossa nella colonna vertebrale, i dischi tra le ossa, i legamenti, i muscoli, i nervi e altri tessuti del collo.

Questo tipo di infortunio può derivare da:

  • incidenti automobilistici: in particolar modo le collisioni posteriori sono la causa più comune;
  • abuso fisico: il colpo di frusta può anche derivare da forti percussioni, è tipico del bambino scosso;
  • sport: calcio, combattimenti, rugby e altri sport da contatto fisico possono causare forti collisioni.

Sintomi

I segni ed i sintomi del colpo di frusta di solito si sviluppano entro 24 ore dalla lesione e possono includere:

  • dolore al collo e rigidità;
  • peggioramento del dolore se si prova a muovere il collo;
  • perdita di alcuni movimenti del collo;
  • mal di testa, che spesso parte dalla base del cranio;
  • tensione o dolore alla spalla, al dorso superiore o alle braccia;
  • formicolio o intorpidimento nelle braccia;
  • fatica.

 

 

Alcune persone sperimentano anche:

  • visione offuscata;
  • fastidio e sensazione di un rumore nelle orecchie (tinnito);
  • disturbi del sonno;
  • irritabilità;
  • difficoltà di concentrazione;
  • problemi di memoria.

Dopo un incidente i sintomi non si manifestano subito, se si sviluppano questi sintomi dopo alcune ore dall'evento è consigliabile rivolgersi al pronto soccorso per assicurarsi che non ci siano altri danni come fratture o danni tissutali che possono aggravare la condizione della persona lesa.

Colpo di frusta

Complicazioni

La maggior parte delle persone che sperimentano il colpo di frusta si riprende entro pochi mesi. Tuttavia, altri continuano ad avvertire dolore per diversi mesi o anni dopo l'infortunio. È difficile prevedere l'esito, ma in generale il dolore cronico è più probabile se i sintomi iniziali sono molto forti, insorgono velocemente e quando il dolore si irradia anche alle braccia.  

Diagnosi

I primi soccorritori che prestano aiuto in un incidente sportivo o automobilistico possono subito porre delle domande sull'evento e sui sintomi che si manifestano. Se il dolore insorge solo in un secondo momento l'attenzione verrà posta sulla frequenza dei sintomi, sulla loro gravità e sulla capacità di eseguire le normali attività quotidiane. Durante la visita medica è possibile eseguire:

  • Test fisici: verranno controllati i movimenti della testa, del collo, delle braccia. È possibile che sia richiesto di eseguire delle attività e dei compiti semplici con la testa e il collo. Questo aiuterà a capire e determinare la gamma di movimenti che si riescono ad eseguire, il grado di movimento che provoca dolore o che aumenta il dolore, la rigidità del collo, delle spalle e delle braccia, i riflessi e la forza negli arti.
  • Test di imaging: si possono eseguire alcuni test per escludere altre condizioni che potrebbero causare o contribuire al dolore al collo. Alcuni di questi test possono essere i raggi X, che mettono in mostra il collo da più angolazioni per identificare fratture, dislocazioni o segni di artrite, la tomografia computerizzata (TAC), che può produrre immagini multiple di sezione trasversali dell'osso e rivelare i dettagli del possibile danno osseo e infine la risonanza magnetica (RM), tecnologia che utilizza onde radio e un campo magnetico per produrre immagini 3D dettagliate, che oltre alle lesioni ossee, può rilevare alcune lesioni del tessuto molle, come danni al midollo spinale, dischi o legamenti.

Terapia

 

 

Gli obiettivi del trattamento sono quelli di controllare il dolore, ripristinare la normale gamma di movimenti del collo e permettere alla persona di eseguire le normali attività quotidiane. Il corso del trattamento varia in funzione della gravità della lesione del colpo di frusta. Per alcune persone possono essere sufficienti dei farmaci antidolorifici. Altre persone invece richiedono farmaci e trattamenti specifici come la fisioterapia. Per la gestione del dolore si possono seguire uno o più dei seguenti trattamenti:

  • Riposo: è consigliabile riposare per i primi giorni, ma non rimanere fermi per un tempo troppo prolungato perché questo potrebbe causare difficoltà di recupero dei movimenti.
  • Ghiaccio o calore: si può applicare ghiaccio o calore al collo per 15 minuti fino a sei volte al giorno.
  • Farmaci antidolorifici: si possono usare farmaci contro il dolore, anche senza prescrizione medica come il paracetamolo e l'ibuprofene.
  • Rilassanti muscolari: questi farmaci possono controllare il dolore e aiutare a ripristinare il sonno se sono presenti difficoltà a dormire.
  • Iniezioni: delle iniezioni di lidocaina, una medicina anestetizzante, in zone muscolari dolorose può essere somministrata per ridurre il dolore durante la terapia fisica.
  • Esercizio: è possibile che vengano prescritti una serie di esercizi di stretching e di movimento per contribuire a ripristinare la gamma di movimenti del collo e consentire di riprendere le normali attività. Potrebbe essere consigliato applicare del calore con un panno umido o fare una doccia calda prima di svolgere gli esercizi, per sciogliere i muscoli. Gli esercizi possono essere per esempio ruotare il collo in entrambe le direzioni, inclinare la testa di lato, piegare il collo verso il petto, roteare le spalle. Se si hanno particolari necessita e difficoltà è possibile chiedere di essere affiancati e seguiti da un fisioterapista per svolgere gli esercizi correttamente, per rafforzare i muscoli, per migliorare la postura e per ripristinare il movimento. L'obiettivo è quello di creare una routine personalizzata da svolgere autonomamente a casa.
  • Collari di gomma piuma: i collari cervicali di gomma piuma sono molto usati nel trattamento del colpo di frusta perché aiutano a mantenere fermi e sostengono il collo e la testa. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che l'immobilizzazione del collo per lunghi periodi di tempo può ridurre la forza muscolare e compromettere il recupero, per cui le raccomandazioni per l'uso di un collare variano da persona a persona, ma l'uso è generalmente limitato a non più di tre-quattro ore al giorno.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Oli essenziali: proprietà, come usarli, come si producono

Gli oli essenziali sono degli estratti aromatici da piante, che vengono usati per diversi scopi. Non tutte le proprietà che gli sono attribuite hanno basi scientifiche certe.


Tea Tree Oil o olio di Melaleuca: come usarlo, controindicazioni e proprietà

Il tea tree oil, o olio di melaleuca, è un olio essenziale a cui vengono attribuite proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antimicrobiche.


Integratori per dormire: quali sono, perché prenderli e loro reale efficacia

Gli integratori per dormire sono di tante tipologie, alcuni con efficacia dimostrata altri meno. L'insonnia va anche combattuta attraverso corrette strategie comportamentali.


Farmacognosia: il supporto alla formulazione dei farmaci

La Farmacognosia è la disciplina che studia i prodotti di origine vegetale, animale e minerale usati per scopi terapeutici.

 


Teanina: tra effetti potenziali e reali

La teanina è un amminoacido contenuto nel tè, sia verde che nero, che ha dimostrato di avere un effetto neuroprotettivo e rilassante. Viene anche usato come integratore.


Essiac: la tisana dal leggendario, ma finto, effetto anticancro

L'Essiac è una tisana formata da una miscela di erbe a cui vengono attribuite proprietà anticancro, che però non sono state confermate scientificamente.


Influenza intestinale: cos'è, cosa mangiare, come prevenirla

L'influenza intestinale, o più propriamente gastroenterite virale, è una patologia causata da diversi tipi di virus.


Banane mature e cura dei tumori: una bufala lunga 10 anni

L'idea che le banane mature possano curare il tumore risale ad una ricerca di 10 anni fa che è stata mal interpretata e che presentava risultati solo preliminari.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.