Saint Nectaire AOC

Il Saint Nectaire è uno dei più grandi e rinomati formaggi francesi, protetto dal marchio AOC fin dal 1955. Il Saint Nectaire viene prodotto nella zona vulcanica della regione dell'Alvernia (Auvergne), ai piedi del Sancy, la montagna più alta del Massiccio Centrale francese, nonchè vulcano spento. Il Saint Nectaire si è guadagnato il soprannome di "formaggio del re" quando fu introdotto alla corte di Luigi XIV dal Maresciallo de la Ferté Sennecterre nel XVII secolo. Il re lo trovò delizioso e lo epitetò "santo nettare", in passato, invece, veniva semplicemente chiamato "segale", per via del fatto che viene affinato sulla farina di segale.

 

 

Produzione del Saint Nectaire AOC

Saint Nectaire

Secondo il disciplinare, il Saint Nectaire AOC può essere prodotto solo con latte vaccino crudo, appena munto, proveniente dalla razza autoctona, la Salers, fatta pascolare nei luoghi impervi alle pendici del vulcano Sancy, i quali contengono una varietà di erbe aromatiche tali da conferire al latte, e quindi al formaggio, la sua spiccata nota aromatica caratteristica. Per ottenere una forma di Saint Nectaire occorrono circa 13-14 litri di latte che vengono cagliati a caldo. La cagliata viene quindi rotta, rimpastata e travasata negli appositi stampi dove avviene la pressatura. Quindi si passa alla salatura, si avvolge il Saint Nectaire in un telo di lino e lo si ripone nello stampo dove avviene una seconda pressatura. La stagionatura deve durare minimo 3 settimane, ma si prolunga anche oltre le 8 settimane, e avviene in cantine umide e buie, dove il formaggio viene appoggiato sopra la farina di segale, che gli conferisce quell'odore e quel sapore inconfondibili.     

In commercio si trovano due tipologie di Saint Nectaire AOC, classificate in base alle dimensioni: il classico (che pesa circa 1,7 kg) e il piccolo (che non supera i 650 grammi).

 

 

Caratteristiche organolettiche del Saint Nectaire AOC

Il Saint Nectaire AOC si presenta come un cilindro appiattito con scalzo di 2-3 cm e diametro di 10-15 cm. La crosta è di colore grigio-bruna, ricoperta di macchie rossastre, di consistenza vellutata e spessa. La pasta è di color avorio, cremosa e compatta. Al gusto questo formagio sprigiona una caratteristica nota di nocciola, a volte davvero molto forte, insieme a note speziate, di funghi, paglia, noci e pascoli selvatici. Il finale amarognolo lo rende adatto ad abbinamenti con rossi leggeri fruttati tipici della zona d'Auvergne.

In Alvernia è possibile percorrere la strada dei formaggi (fromages aop auvergne) che tocca le 5 grandi DOP della regione, oltre al Saint Nectaire, anche il Fourme d'Ambert, il Cantal, il Bleu d'Auvergne e il Salers. Noi l'abbiamo percorsa nel 2005 e la consigliamo vivamente agli amanti del formaggio!

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità

Il latte: guida a una scelta di qualità

Il latte (intero, parzialmente scremato o a lunga conservazione): guida ad una scelta di qualità.

Etichette dei salumi: nel 2021 indicazione dell’origine obbligatoria

La normativa sull’etichettatura dei salumi ha subito una modifica temporanea, prevista dalla normativa italiana fino al 31 dicembre 2021 come periodo di prova.

Etichetta dei surgelati: novità e obblighi

L’etichetta dei surgelati deve avere le stesse indicazioni valide per gli altri alimenti, con alcune informazioni specifiche valide per il pesce surgelato.

Etichetta dei cibi per l’infanzia: obblighi e contenuto

L’etichetta per gli alimenti destinati all’infanzia è diversa a seconda che si tratti di prodotti per lattanti o per la prima infanzia.

 

Etichette delle uova: come leggerle e cosa devono contenere

L’etichetta delle uova si compone sia della stampigliatura impressa sull’uovo stesso, sia dell’etichetta dell’imballaggio.

Etichette dell’acqua minerale: normativa, classificazione e informazioni

L’etichetta dell’acqua minerale ha informazioni utili e obbligatorie per consentire una scelta consapevole dei propri consumi.

Etichette del pesce: come leggerle

L’etichetta del pesce deve contenere delle precise informazioni stabilite a livello comunitario e che facilitano la scelta durante l’acquisto.

Etichetta della carne: obblighi e nuova normativa

L’etichetta della carne ha di recente avuto un aggiornamento della sua normativa europea, che rende ancora più semplice la scelta del prodotto da acquistare.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.