Pelardon AOC

Il Pélardon è un formaggio a pasta molle prodotto con latte di capra esclusivamente delle razze Alpine, Saanen, Rove e loro incroci ed esclusivamente nel dipartimento alpino delle Cévennes, a sud della Francia. In realtà "pélardon" è un nome generico, che indica tutti i formaggi di capra provenienti da questa zona, tra cui il Pélardon des Cévennes, il Pélardon d'Anduze e il Pélardon d'Altier.

 

 

Il Pélardon ha ottenuto la denominazione AOC nel 2000 ed è tutelato e valorizzato dal Syndicat des Producteurs de Pélardon.

Storia del Pélardon

Anche se si attribuisce la nascita del Pèlardon all'epoca romana, la prima volta che un formaggio di capra è stato menzionato con il termine Pélardon è stato nel 1756 ad opera dell'abate Boissier de Sauvages che lo descriveva come un piccolo formaggio rotondo e piatto fabbricato in Linguadoca. Il termine deriverebbe dalla parola "pébre", cioè pepe, in riferimento al suo sapore speziato e pungente. Prima del XIX secolo questo caprino aveva molti sinonimi: Paraldon, Pélardou, Péraudou, tra i quali però si affermò il termine Pélardon, con il quale lo si conosce oggi. Alle origini la produzione di questo formaggio era esclusivamente di tipo familiare e attualmente le tecniche di lavorazione mantengono un'impronta artigianale e rudimentale.

 

 

Produzione del Pélardon AOC

Pelardon

Il latte di capra, intero e crudo, viene addizionato di caglio e fatto coagulare lentamente, circa 18 ore per permettere al formaggio di avere un grado di acidità non inferiore a 4,5. Poi la cagliata viene tolta dal siero e travasata manualmente nelle fascere dove viene lasciata a sgocciolare spontaneamente per circa 24 ore. Qualsiasi tipo di meccanizzazione durante questo processo è vietato dal disciplinare. 

La salatura viene effettuata a secco con sale fino o semifino senza polifosfati aggiunti e deve essere fatta su tutti i lati. Si passa quindi all'asciugatura per un periodo di 18-24 ore in locali areati con temperatura e igrometria costanti, rispettivamente di 18-22°C e 65-80%. 

 

 

La stagionatura deve durare minimo 11 giorni e avviene in locali con temperatura di 8-16°C e grado di umidità di 85-95 %. Esiste un tipo di Pèlardon che viene stagionato per un mese ed è chiamato Pèlardon affiné.

Annualmente vengono prodotte circa 240 tonnellate di Pélardon AOC.

Caratteristiche organolettiche del Pélardon AOC

Il Pélardon è un formaggio a pasta molle, di piccole dimensioni e forma cilindrica (diametro tra 60 e 70 mm e altezza tra 22 e 27 mm). Il suo peso si aggira intorno ai 60 g.

La crosta è secca, sottile, di colore bianco avorio, coperta in parte da muffe blu o bianche. La pasta è liscia e omogenea di colore bianco avorio.

Come molti altri capirni, anche il Pélardon è ottimo cucinato al forno o alla griglia, oppure utilizzato per insaporire le insalate. Si abbina bene ai rossi corposi della zona.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità

Il latte: guida a una scelta di qualità

Il latte (intero, parzialmente scremato o a lunga conservazione): guida ad una scelta di qualità.

Etichette dei salumi: nel 2021 indicazione dell’origine obbligatoria

La normativa sull’etichettatura dei salumi ha subito una modifica temporanea, prevista dalla normativa italiana fino al 31 dicembre 2021 come periodo di prova.

Etichetta dei surgelati: novità e obblighi

L’etichetta dei surgelati deve avere le stesse indicazioni valide per gli altri alimenti, con alcune informazioni specifiche valide per il pesce surgelato.

Etichetta dei cibi per l’infanzia: obblighi e contenuto

L’etichetta per gli alimenti destinati all’infanzia è diversa a seconda che si tratti di prodotti per lattanti o per la prima infanzia.

 

Etichette delle uova: come leggerle e cosa devono contenere

L’etichetta delle uova si compone sia della stampigliatura impressa sull’uovo stesso, sia dell’etichetta dell’imballaggio.

Etichette dell’acqua minerale: normativa, classificazione e informazioni

L’etichetta dell’acqua minerale ha informazioni utili e obbligatorie per consentire una scelta consapevole dei propri consumi.

Etichette del pesce: come leggerle

L’etichetta del pesce deve contenere delle precise informazioni stabilite a livello comunitario e che facilitano la scelta durante l’acquisto.

Etichetta della carne: obblighi e nuova normativa

L’etichetta della carne ha di recente avuto un aggiornamento della sua normativa europea, che rende ancora più semplice la scelta del prodotto da acquistare.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.