La torta margherita

La torta margherita è un classico dolce delle feste natalizie e pasquali, che veniva preparato un po' in tutto il nord e centro Italia, almeno fino all'avvento dei ricchi dolci moderni come il panettone e la colomba.

 

 

La torta margherita deve probabilmente il suo nome alla forma che assume quando viene tagliata a fette radiali: grazie allo zucchero a velo spolverato in superficie, e alla colorazione gialla dell'interno, dovuto alle uova, assume infatti le sembianze di una margherita, dove ogni fetta di torta rappresenta un petalo.

La torta margherita originariamente era una torta molto povera, a base di farina, fecola, zucchero e uova: niente burro, niente olio, niente lievito. In pratica si trattava né più né meno di un pan di Spagna, cosparso di zucchero a velo in superficie: un dolce leggero e asciutto, ideale abbinato al latte o al caffelatte, oppure a un vino dolce.

Presso molte famiglia c'era il rito dello scambio della torta margherita: gli invitati portavano una torta e ad accoglierli trovavano una torta della stessa specie. L'abilità di confezionamento della torta margherita è tutta nella sofficità, che viene ottenuta montando a neve fermissima gli albumi, e i tuorli insieme allo zucchero, oppure con la classica montata di uova intere, oltre alla cottura che doveva essere controllata a vista.

Attualmente le ricette della torta margherita (chiamata in pasticceria anche pasta margherita) prevedono l'aggiunta di burro o olio e a volte, lievito chimico. I grassi aggiunti rendono l'impasto più gustoso, morbido e friabile, e dunque più appetibile, mentre il lievito dà una grossa mano nella lievitazione consentendo di operare con molta più leggerezza durante la fase di sbattimento delle uova, e quando si incorporano le farine.

 

 

Torta margherita: Sì o No?

La torta margherita rappresenta un esempio di come la cucina povera non sia necessariamente ipocalorica: ha infatti da 350 a 450 kcal per 100 (a seconda della ricetta), molto di più rispetto alle 250 kcal per 100 g di un dolce Sì. Questo perché la torta margherita è molto asciutta e quindi, contenendo poca acqua, ha una densità di nutrienti notevole e quindi apporta molte calorie per 100 g. Tuttavia, è un dolce non troppo appetibile (se preparato senza burro) e piuttosto saziante grazie al grande volume: una fetta da 100 g di torta margherita è più che soddisfacente, ma non sazia molto a lungo. Se però la mangiamo insieme a una tazza di latte, alimento ipocalorico in grado di bilanciare le calorie della torta, andiamo ad abbassare le calorie per 100 g dell'insieme torta+latte, ottenendo un insieme sufficientemente saziante.

La ricetta della torta margherita

Torta margherita - Ricetta

Ecco la ricetta della torta margherita tradizionale, senza lievito, arricchita in tuorli e burro. Al posto della fecola si può usare un mix, di 50% di farina 00 e 50% di fecola.

Per la preparazione, rimando all'articolo sul pan di Spagna dove troverete tutti i segreti per prepararla al meglio.

Autore:

Tempo di preparazione:

 

 

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per una torta margherita di 26 cm di diametro (12 porzioni)

  • 400 g di uova
  • 100 g di tuorli
  • 250 g di zucchero
  • 175 g di farina
  • 75 g di fecola di patate
  • 100 g di burro
  • zucchero a velo per finire

Preparazione

Vedi ricetta del pan di Spagna. Sbattere le uova con lo zucchero e scaldarle fino a 45-50 gradi in una casseruola a fondo spesso, mescolando in continuazione con una frusta. Montare il composto con lo sbattitore elettrico (montato con le fruste) finché non triplica il suo volume (occorrono 10-15 minuti a seconda dello sbattitore), diventa ben fermo e, sollevando le fruste, il composto rimane attaccato ad esse e cola nella ciotola "scrivendo". Fondere il burro in una ciotola, al microonde, unirvi qualche cucchiaiata di montata di uova e mescolare bene con la frusta. Incorporare la metà della farina setacciata alle uova, e mescolare a mano con un cucchiaio o un leccapentole, delicatamente, dal basso verso l'alto, finché non è completamente incorporata, quindi incorporare il burro e la restante farina. Infornare in una tortiera imburrata e infarinata, nel forno già caldo a 180 gradi, per 22-25 minuti.

Calorie per porzione: 300

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

280 kcal - 1170 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

5 g

Proteine

7 g - 9%

Carboidrati

39 g - 54%

Grassi

12 g - 37%

di cui

 

saturi

5.8 g

monoinsaturi

3.4 g

polinsaturi

1.0 g

Fibre

0 g

Colesterolo

240 mg

Sodio

44 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Gnocchi di spinaci con porri e fonduta di parmigiano

Gli gnocchi di spinaci sono una variante degli gnocchi tradizionali, scopriamoli in abbinamento a un letto di porri e alla fonduta di parmigiano.

Crostata meringata al limone e zenzero

La crostata meringata al limone e zenzero è una variante molto interessante del classico dolce di origine anglosassone.

Involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta

Gli involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta sono una ricetta sfiziosa, non troppo complicata da realizzare, economica, salutare, e dall'impatto visivo molto interessante.

Quali sono i vantaggi dei piani cottura a induzione?

La tecnologia avanza e i piani cottura a induzione stanno diventando sempre più comuni nelle cucine. Ma ti sei mai chiesto come funzionano?

 

Hummus di ceci neri

L'hummus di ceci è una variante contorno di origine mediorientale, fatto con i ceci e la pasta di sesamo, il tahin.

Filetto di maiale in crosta con pancetta al forno

Il filetto di maiale al forno con pancetta è una ricetta piuttosto elaborata, dedicata a chi ha già una certa esperienza e dimestichezza in cucina.

Minestra di zucca e patate al rosmarino

La minestra di zucca e patate al rosmarino è una classica ricetta autunnale che piacerà moltissimo agli amanti della zucca.

Mezze penne con orata, zafferano e zucchine

Mezze penne con orata, zafferano e zucchine: una ricetta raffinata e salutare che però richiede un po' di tempo e abilità in cucina.