Ricciarelli

I ricciarelli sono dei biscotti tipici toscani di forma ovale, fatti di una pasta molto morbida simile al marzapane. La base dei ricciarelli è composta da mandorle, albume d'uovo e zucchero, ma possono essere aggiunti, inoltre, canditi, miele o cioccolato a seconda delle varianti. 

 

 

Storia e origini dei ricciarelli

I ricciarelli sono originari della città di Siena, dove possono essere acquistati in ogni panificio o pasticceria tutto l'anno, anche se sono tipici del periodo natalizio.

La leggenda narra che la ricetta originale dei ricciarelli fosse araba e che il conte Ricciardetto della Gherardesca la introdusse in Italia al ritorno dalle crociate più o meno intorno al 14° secolo. Da allora questi biscotti sono divenuti un must della pasticceria toscana e ne sono nate numerose varianti anche al di fuori dalla città di Siena, per esempio a Pomarance o a Massa.

Ricetta dei ricciarelli

Ricciarelli

La ricetta dei ricciarelli è abbastanza semplice, l'unico inconveniente è che, secondo i dettami tradizionali, i biscotti dovrebbero riposare almeno 24-48 ore prima di essere cotti in forno, quindi andrebbero preparati con largo anticipo.

Ingredienti

La ricetta che propongo è quella basica, volendo la si può arricchire con cacao amaro, canditi, buccia di limone o di arancia, semi di vaniglia etc...

  • 500 g di farina di mandorle (o di mandorle intere già spellate)
  • 500 g di zucchero semolato
  • 3 albumi d'uovo
  • zucchero a velo (q.b. per spolverarli) 

Procedimento

 

 

Se si sono acquistato le mandorle intere, sbollentarle in acqua bollente per spellarle più facilmente, e poi frullarle fino a ridurle a farina. Mescolare bene la farina di mandorle con lo zucchero e poi aggiungere gli albumi d'uovo. Una volta ottenuto un impasto omogeneo e compatto avvolgerlo in un panno e lasciarlo riposare in frigorifero per almeno 12 ore, alcuni lo tengono anche 24 o 48 ore.

Quindi stendere l'impasto con il mattarello e formare i ricciarelli con l'aiuto degli appositi stampi di forma ovale. Appoggiarli su una teglia ricoperta di carta da forno e infornare a 150°C per circa 10 minuti. Il forno può essere tenuto anche più basso, in questo caso aumenteranno i minuti di cottura.

Infine, una volta raffreddati, spolverare i biscotti con lo zucchero a velo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Tiramisù con crema mascarpone

Tiramisù con crema mascarpone: la versione moderna del dolce di origine veneta, quella senza zabaione che troviamo ormai nella stragrande maggioranza dei locali.


Il tiramisù

Il tiramisù: di origine veneta, è uno dei dolci più diffusi in Italia, fatto con zabaione, mascarpone e savoiardi inzuppati nel caffè.


Torta tenerina

La torta tenerina o montenegrina: uno dei dolci senza lievito che piacciono tanto in questi ultimi tempi, un vero tripudio di cioccolato!


Tarte Tatin: origine e ricetta alle albicocche

La Tarte Tatin di albicocche è una variante delle famosa torta di mele di origine francese.

 


Tartare di carne di manzo

La tartare di carne, o tartara o battuta, è una ricetta a base di carne di manzo cruda, che attualmente conosce una grande diffusione.


Tamales, ricetta dall'America Latina

I tamales: i panini sudamericani fatti con la masa (la pasta di mais) e avvolti in foglie di platano o di pannocchia.


Tamago o tamagoyaki

Il tamago giapponese: strati di omelette arrotolate su loro stesse da mangiare in tutte le occasioni.


Tajine di pollo (ricetta marocchina)

Il tajine di pollo: una ricetta tipica marocchina che prende il nome dal contenitore nel quale viene cotta.