Braccialetti anti ansia: funzionano?

L'ansia e gli attacchi di panico sono sintomi piuttosto diffusi nella popolazione, soprattutto in quella femminile, è naturale che tantissimi soggetti cerchino di risolvere in ogni modo il problema, attirando le attenzioni dei venditori di fumo: ed ecco serviti gli inutili braccialetti anti ansia e stress.

 

 

Combattere questi sintomi non è assolutamente facile e non sono molti i soggetti che riescono nell'impresa. È naturale quindi che ci siano aziende che cercano di speculare sul malessere di milioni di persone, proponendo soluzioni facili per risolvere il problema... Facili, ma non sempre, per usare un eufemismo, efficaci.

Tra i metodi per combattere stress, ansia e attacchi di panico, al momento sono particolarmente in voga i bracciali elettronici, che spopolano online, ma anche - ahimè, nelle farmacie e nelle parafarmacie.

Ansia e attacchi di panico: cosa sono?

L'ansia e gli attacchi di panico sono disturbi abbastanza frequenti (si parla di una incidenza tra l'1 e il 5% nella popolazione).

Si manifestano come una grande paura che compare senza una ragione apparente, che non si riesce a fermare in alcun modo.

L'attacco di panico dura poco, da qualche minuto a massimo di mezz'ora, e si conclude da solo, ma spaventa molto chi lo sperimenta, perché fa sentire completamente in preda alla paura, fa perdere completamente il controllo. Tutto ciò può diventare estremamente invalidante, impedendo le relazioni sociali e facendo spesso sprofondare in una depressione che può diventare anche grave e irreversibile.

 

 

I sintomi più frequenti dell'ansia riguardano:

  • sensazione di pericolo imminente,
  • senso di vuoto,
  • nausea,
  • sudore,
  • pensieri negativi e ossessivi,
  • vertigini,
  • formicolii alle estremità ed intorno alla bocca,
  • tachicardia.

L'ansia si cura cercando di migliorare lo stile di vita e se questo non basta, può essere necessario l'intervento di uno psicologo o uno psichiatra.

Braccialetti elettronici anti ansia: cosa sono?

I bracciali elettronici anti ansia e stress sono dispositivi elettronici che si indossano come un normale braccialetto, generano vibrazioni che dovrebbero, secondo i sostenitori, alleviare lo stress, calmando chi li indossa, e prevenendo in questo modo l'insorgenza degli attacchi di ansia e panico. Questo avverrebbe grazie alla depolarizzazione delle cariche elettriche in eccesso legate allo stress.

 

 

Alcuni si spingono ovviamente oltre, affermando che questi braccialetti contribuirebbero anche a migliorare la performance, a gestire la rabbia e a risolvere i problemi di insonnia.

Ma c'è chi si spinge ancora oltre, non escludendo che ci possano essere benefici anche per i soggetti affetti da morbo di Parkinson, autismo o ADHD. Alè!

Quanto costano?

Ci sono ovviamente molti modelli disponibili sul mercato: da quelli più semplici, che prevedono solo un tipo di vibrazione, a quelli più complessi, che hanno diverse intensità di vibrazione, una per ogni "stato d'ansia", più o meno accentuato, fino a quelli che monitorano la frequenza cardiaca e in base ad essa modulano l'intensità della vibrazione.

Ce n'è insomma per tutte le tasche: si parte dai 15 euro a salire.

Funzionano?

Ovviamente no. Non esistono dimostrazioni del fatto che questi braccialetti possano in qualche modo funzionare, se lo fanno è per effetto placebo che in genere, purtroppo, non dura molto.

Recentemente questo aggeggi sono saliti alla ribalta a causa del noto rapper Fedez, che ne ha sfoggiato uno in occasione di Sanremo, affermando che lo aiuta a gestire lo stress del palcoscenico. È fortunatamente interrvenuta la Società Italiana di Psichiatria che ha ribadito che non esistono prove a supporto dell'efficacia di questi braccialetti.

Ciò nonostante saranno migliaia le persone che cadranno in questo tranello. Che dire... speriamo che molti di loro sperimentino almeno il placebo.

La cosa veramente triste è che questi dispositivi vengano venduti nelle farmacie e nelle parafarmacie: una vera vergogna che grida vendetta.

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute

Glicemia

La glicemia è la concentrazione di glucosio nel sangue, un esame molto importante.

Integratori sessuali contro l’impotenza: quali efficaci e quali no

Gli integratori sessuali contro l’impotenza non sempre sono a base di prodotti la cui efficacia è stata testata e le loro pubblicità possono essere ingannevoli.

Psyllium

I semi di psyllium sono un integratore utilizzato per combattere stati blandi di stitichezza, fanno parte dei lassativi di massa.

Calcoli renali e colica renale

I calcoli renali sono un problema che coinvolge 1,2 milioni di persone ogni anno, e che rappresenta l'1% circa delle cause di ricovero.

 

Colesterolo alto e trigliceridi alti: cosa fare?

Colesterolo e trigliceridi: l'importanza dell'alimentazione nelle malattie cardiovascolari.

Mal d'autunno: 5 idee per affrontarlo al meglio

Sono sempre di più le persone che soffrono del mal d'autunno, che negli Stati Uniti viene comunemente chiamato back-to-school-blues.

Saturazione dell'ossigeno: quando è troppo bassa, le cause e i sintomi

La saturazione dell'ossigeno è un parametro importante dell'efficienza respiratoria.

Enfisema

L'enfisema è una condizione patologica legata ad ingrandimento permanente dello spazio occupato dall'aria all'interno dei polmoni.