Metodo Hebener per la sclerosi multipla

Il metodo Hebener si basa sul meccanismo infiammatorio regolato dagli eicosanoidi.

 

 

Essenzialmente si basa sulla riduzione dell'assunzione di acido linoleico fino a 1,8 g al giorno, e sulla integrazione di grassi omega 3, selenio, vitamina E, e di estratto di mollusco.

Ci è arrivata una mail di una ragazza affetta da sclerosi multipla che asseriva di aver trovato un "metodo con risultati certi" contro la sua malattia: il metodo Hebener, appunto.

Ci siamo documentati e abbiamo scoperto di cosa si tratta leggendo le pagine del sito www.terapiahebener.it.

La terapia sembra molto semplice, per adottare la dieta proposta basta attenersi alle informazioni ricavabili in qualunque database di composizione degli alimenti, ma non vengono fornite le quantità di vitamina E e di omega 3 necessari.

Ma leggendo bene i risultati raggiunti dallo studio (http://www.terapiahebener.it/statistiche.html), che tra l'altro non sembra essere stato pubblicato da nessuna rivista scientifica nè da alcun congresso, si scopre che il metodo Hebener ha ottenuto, dopo 2 anni di terapia, la stabilità delle condizioni nel 56,2% dei casi, e un miglioramento nel 22,3%.

Il fatto che lo studio sia stato fatto a questionario, senza doppio cieco, in pazienti che non seguivano una terapia convenzionale, e quindi sicuramente "predisposti" a un giudizio positivo nei confronti delle terapie alternative, riduce enormemente la valenza scientifica dell'esperimento stesso. Alla luce di questi fatti i risultati, già poco promettenti, vanno ulteriormente ridimensionati.

 

 

Metodo Hebener

Come si fa a promettere "risultati certi" basandosi su questi dati?

Il metodo, inoltre, non sembra nemmeno particolarmente sofisticato poiché, per esempio, non tiene conto del fatto che una eccessiva assunzione di carboidrati è causa della produzione di acido arachidonico.

L'eccesso di carboidrati può essere addirittura indotto dalla terapia Hebener, poiché riducendo la carne rossa grassa è probabile che si aumentino i carboidrati per sostituzione.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Osteopatia: è efficace?

L'Osteopatia è una medicina complementare che si basa sulle manipolazioni per giungere ad una guarigione. Risulta ancora oggi difficile capire se l'efficacia sia reale o meno.


Omotossicologia: un derivato placebo dell'Omeopatia

L'Omotossicologia nasce dall'Omeopatia di cui usa gli stessi principi, ampliandone la farmacopea e usando alcuni principi della medicina convenzionale.


Medicina tradizionale cinese: una lunga tradizione senza conferme scientifiche

La medicina tradizionale cinese ha una lunga tradizione millenaria alle spalle e ha basi filosofiche con diversi tipi di cure, non ancora però confermate scientificamente.


Medicina ayurvedica: un'antica pratica dalla dubbia efficacia

La medicina ayurvedica è un'antica pratica nata in India, di cui non è ancora certa l'efficacia. Nei preparati ayurvedici è stata riscontrata la presenza di metalli tossici.

 


Medicina antroposofica: una storica terapia che non funziona

La medicina antroposofica è una pseudoscienza creata dopo la prima guerra mondiale, ma di cui non si hanno prove scientifiche circa la sua reale efficacia.


Omeopatia o medicina omeopatica: la pseudoscienza dell'effetto placebo

L'omeopatia è una pseudoscienza che fa parte della medicina alternativa. Ad oggi non vi sono studi che dimostrino una sua efficacia se non nell'indurre un effetto placebo.


Trapianto fecale: promettente utilizzo del microbiota intestinale

Il trapianto fecale è una promettente tecnica che ha diverse applicazioni promettenti, tra cui contro la colite ulcerosa e la colite pseudomembranosa.


Morbo celiaco o celiachia

Il morbo celiaco o celiachia è una malattia cronica, con caratteristiche lesioni della mucosa dell'intestino tenue e malassorbimento.