Merlot

Il Merlot è un vitigno internazionale a bacca rossa, originario del Médoc, una zona vitivinicola vicina a Bordeaux, ed attualmente è il vitigno più diffuso e coltivato a livello mondiale: 262 mila ettari complessivi contro i 260 mila del Cabernet Sauvignon (dati aggiornati al 2012).

 

 

Altri nomi con cui è conosciuto il Merlot sono: Merlan, Galot, Bigney o Vitraille.

La prima volta che il nome Merlot è apparso in un documento storico francese di ampeleografia è stato nel 1856, anche se già si usava chiamare così questo vitigno dal Settecento. Il termine sembra derivare dal fatto che i merli amano beccare i suoi acini (merlo = merle in francese).

Il Merlot è un vitigno indissolubilmente legato al Cabernet Sauvignon, vengono spesso vinificati insieme, come nel blend bordolese, poiché questi due vitigni si integrano alla perfezione: il Merlot garantisce la robustezza e una nota fruttata, il Cabernet dona eleganza e longevità al vino che ne deriva.

Il Merlot è diffuso un po' in tutto il mondo, oltre che in Francia anche in Italia, Grecia, Svizzera, Romania, Slovenia, Ungheria, Sud Africa, Messico, Argentina, California, Australia e Nuova Zelanda.

 

 

Caratteristiche del vitigno

Merlot

Il Merlot ha una buona vigoria e una produttività abbondante e costante, è un vitigno capace di adattarsi bene a qualsiasi condizione climatica e di terreno.

Ha foglia media, pentagonale, trilobata o pentalobata, di colore verde chiaro con la superficie glabra e opaca. Il grappolo è medio, compatto, piramidale e lungo tra i 15 e i 20 cm. L'acino è medio, sferico, regolare, di colore blu-nero con buccia resistente e pruinosa.

L'epoca di maturazione è medio-tardiva, la vendemmia si effettua tra la fine di settembre e i primi di ottobre.

I tipi di allevamento più idonei sono il Guyot e il Cordone speronato, così da assicurare una perfetta ombreggiatura.

Predilige terreni collinari freschi e con una buona umidità, poiché soffre la siccità.

Caratteristiche del vino

 

 

Il Merlot è un vino molto pregiato e rinomato, che può essere vinificato sia in purezza che in assemblaggio insieme ad altre uve, inoltre esistono anche versioni di Merlot rosati, prodotte in special modo in California.

Ha un colore rosso rubino con sfumature violacee, un profumo molto fruttato e speziato, un gusto fresco e lievemente tannico; i suoi tannini sono delicati, seppur non tanto morbidi come quelli del Cabernet Sauvignon.

Come vino si presta anche all'invecchiamento in botte, procedura che aumenta la sua longevità.

Gli abbinamenti che si possono fare con il cibo sono infiniti, si sposa bene soprattutto con le carni arrosto o alla griglia, con i salumi, con salse a base di funghi o di radicchio, con piatti molto speziati, con formaggi stagionati od erborinati e in alcuni casi anche con il salmone.

Il Merlot in Italia

Il Merlot si è adattato benissimo al territorio italiano, dove è stato impiantato per la prima volta nella seconda metà dell'Ottocento in Veneto, nella zona di Conegliano. 

Da lì si è poi diffuso un po' in tutte le regioni italiane, anche se i risultati migliori si possono riscontrare nella zona Nord-Orientale e in Toscana.

Qui di seguito un elenco delle DOC italiane più importanti in cui entra il Merlot in purezza o in uvaggio:

Veneto: Colli Euganei DOC, Breganze DOC (menzione alla cantina Maculan), Colli Berici DOC e Colli di Conegliano DOC.

Trentino Alto Adige: Trentino DOC, Valdadige DOC, Alto Adige DOC e Casteller DOC.

Lombardia: Garda DOC, Valcalepio DOC e Terre di Franciacorta DOC.

Friuli Venezia Giulia: Carso DOC, Collio DOC, Cof DOC (menzione alla cantina Miani) e Friuli Grave DOC.

Toscana: Bolgheri DOC, Montecarlo DOC, Valdichiana DOC e Colline Luchchesi DOC.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità

Denominazioni DOP IGP e STG: come distinguerli

Per riconoscere gli ingredienti più autentici della nostra cucina sono stati messi a punto dei marchi: DOC, IGT, IGP e STG.

Cipolla rossa di Tropea Calabria IGP

Dolcissima, croccante e rossa, sono queste le caratteristiche che rendono tanto desiderata e appetibile la "Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP".

Branding, come funziona e che impatto ha nel settore alimentare

Con il termine branding si fa riferimento adattività che permettono di definire un marchio, rendendo il prodotto differente da quello dei competitor.

I consigli per un'alimentazione sana: come scegliere cibi naturali senza additivi

I consigli per un'alimentazione sana: come scegliere cibi naturali senza additivi

 

Il latte: guida a una scelta di qualità

Il latte (intero, parzialmente scremato o a lunga conservazione): guida ad una scelta di qualità.

Etichette dei salumi: nel 2021 indicazione dell’origine obbligatoria

La normativa sull’etichettatura dei salumi ha subito una modifica temporanea, prevista dalla normativa italiana fino al 31 dicembre 2021 come periodo di prova.

Etichetta dei surgelati: novità e obblighi

L’etichetta dei surgelati deve avere le stesse indicazioni valide per gli altri alimenti, con alcune informazioni specifiche valide per il pesce surgelato.

Etichetta dei cibi per l’infanzia: obblighi e contenuto

L’etichetta per gli alimenti destinati all’infanzia è diversa a seconda che si tratti di prodotti per lattanti o per la prima infanzia.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.