Queso Arzúa-Ulloa DOP

Il formaggio Arzúa-Ulloa è uno dei formaggi più comuni e diffusi in Galizia, la regione spagnola situata a nord-ovest, sopra il Portogallo, anche se al di fuori di questa regione non è molto conosicuto.

 

 

L'Arzúa-Ulloa è un formaggio di latte vaccino prodotto nella zona omonima, Arzúa-Ulloa, in provincia di Lugo, Pontevedra e La Coruna. La zona di produzione comprende 24 comuni ubicati sulle sponde del fiume Ulla.

Arzúa-Ulloa ha ottenuto la DOP nel 1993 ed è stato inserito nell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali spagnoli nel 1996.

Nella città di Arzúa si celebra fin dal 1975 la Festa do Queixo la prima domenica di marzo.

Produzione del queso Arzúa-Ulloa DOP

Queso Zamorano DOP

L'Arzúa-Ulloa viene ottenuto da latte vaccino delle razze bovine locali: la Rubia Gallega, la Alpina e la Frisona. 

Il latte viene lavorato sia crudo sia pastorizzato e le caratteristiche del formaggio cambiano a seconda della tipologia, ve ne sono 3 differenti:

  1. Arzúa-Ulloa: è un formaggio giovane che viene fatto maturare per un periodo minimo di 6 giorni, ha crosta fine ed elastica, di colore giallo paglierino, liscia e compatta, la pasta è morbida, di color avorio e aspetto brillante, con occhiatura molto fine. Viene commercializzato in forme cilindriche con diametro compreso tra 120-260 mm e altezza di 50-120 mm;
  2. Arzúa-Ulloa de Granja: ossia formaggio di fattoria, prodotto artigianalmente da piccoli caseifici che sono anche allevatori, ha caratteristiche praticamente uguali a quelle descritte precedentemente;
  3. Arzúa-Ulloa Curado: è la versione più stagionata, con un periodo di maturazione di minimo 6 mesi, si presenta con una crosta di colore giallo intenso, ed anche la pasta assume un colore più tendente al giallo. Le sue dimensioni sono leggermente più piccole: 30-100 mm di altezza e 120-200 mm di diametro per un peso compreso tra 0,5 e 2 kg. Viene chiamato anche "queso de la nabiza" o "queso del tiempo de los nabos"

 

 

Il formaggio Arzúa-Ulloa ha un gusto dolce e latteo quando è giovane, con una spiccata nota di acidità, ricorda lo yogurt e il burro, invece nella sua versione stagionata ha un sapore più intenso, leggermente piccante con note di vaniglia e frutta secca. 

Avendo una consistenza molto morbida può anche essere spalmato su fette di pane tostato.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità


Vitellone bianco Appennino Centrale IGP

Sotto la certificazione Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale IGP ricadono tre razze bovine italiane dal manto bianco: la Chianina, la Marchigiana e la Romagnola.


Novel food: significato, esempi e normativa

I novel food sono i cibi nuovi rispetto a quelli di uso comune prima del 1997, anno di entrata in vigore della prima legge che li regolamenta.


Salame Sant'Angelo IGP

Il salame Sant'Angelo è un insaccato a base di carne di maiale prodotto nella provincia di Messina.


Salame Varzi

Il Salame Varzi DOP: un salume prodotto in una terra particolarmente vocata alla produzione di salami.

 


Culatello di Zibello

Il culatello di Zibello: il salume italiano più pregiato e costoso, ma vediamo i suoi punti deboli.


I presidi Slow Food - Arca del gusto

L'arca del gusto di slow food: come l'associazione tutela i presidi territoriali.


Hamburger confezionati: no grazie!

Gli hamburger confezionati non sono in realtà così convenienti e hanno un sapore che si allontana molto da quello della carne fresca.


Salumi: guida a una scelta di qualità

Salumi: guida ad una scelta di qualità di questo vastissimo settore.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.