Maasdammer - Leerdammer

Leerdammer è il nome di un caseificio olandese la cui fama è tale da aver oscurato il nome stesso della categoria di formaggi a cui appartiene, ossia i Maasdammer, o formaggi di Maasdam, una piccola cittadina a sud di Rotterdam.

 

 

Non stiamo parlando di formaggi di qualità, lo dico subito, ma un accenno a questa tipologia così conosciuta al mondo grazie al Leerdammer non poteva mancare!

Quattro sono i motivi per cui i Maasdammer sono formaggi di scarsa qualità e scarso interesse:

  1. Sono prodotti esclusivamente su scala industriale, da grandi caseifici con metodi meccanici così da ottenere un gusto e un aspetto standard, che rimane immutato sia da caseificio a caseificio, sia da Paese a Paese dove vengono esportati.
  2. Sono nati dichiaratamente come imitazioni dell'Emmentaler svizzero e ne hanno accentuato le caratteristiche più "furbe" ed accattivanti per il consumatore, ossia i buchi all'interno della pasta, il gusto dolce e la consistenza elastica.
  3. Uno degli aspetti per cui si differenziano dall'Emmentaler e per cui sono tanto apprezzati a livello mondiale è il prezzo, ovviamente i grandi caseifici olandesi escono sul mercato a prezzi competitivi, potendo abbattere i costi con una produzione moderna e industriale;
  4. Non hanno ottenuto nessuna certificazione di qualità.

 

 

Storia e produzione dei Maasdammer - Leerdammer

Leerdammer

Il formaggio stile Maasdammer nasce negli anni Settanta da un'idea della Baars Company che voleva creare un formaggio che fosse competitivo sia rispetto al Gouda olandese, il più venduto in Olanda, sia all'Emmental svizzero, uno tra i più venduti al mondo.

Capiamo subito come questo formaggio sia stato creato a tavolino, come una grande operazione commerciale di marketing, e come non abbia alle spalle una tradizione secolare di produzione artigianale.

I principi di base di questo formaggio sono così riassumibili:

  • che fosse adatto a tutti i palati, quindi abbastanza neutrale, delicato e dolce, più dolce dell'Emmental o del Gouda, dato che è la tendenza dolce l'ultima frontiera del gusto moderno;
  • che piacesse anche ai bambini, quindi acquistabile anche in formati simpatici (a fette o a cubetti con i grandi buchi in vista);
  • che avesse un prezzo competitivo;
  • che avesse un tempo di produzione più rapido di altri formaggi (la sua stagionatura dura minimo 4 settimane, contro gli 8 mesi dell'Emmentaler!) e potesse essere immesso velocemente sul mercato.

 

 

La larga occhiatura e l'aroma dolce di frutta fermentata vengono conferiti da un tipo di batterio che viene aggiunto al latte. 

Decisamente il Leerdammer è uno dei formaggi più apprezzati dalle famiglie, consumato come snack, come aperitivo, nei toast, nelle insalate, nelle fondute, negli hamburger... La stessa casa di produzione Leerdammer propone tantissime varianti dello stesso formaggio per varietà e per formato specificando per cosa risulta più adatto.

In conclusione, non mi resta che consigliare a tutti gli amanti di questo formaggio di considerare il fatto che in Italia abbiamo una produzione di formaggi di qualità enorme, nonché di formaggi industriali che possono tranquillamente competere con il Leerdammer: se proprio non amate il formaggio di qualità, ma volete un prodotto industriale, almeno compratelo italiano!

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità

Il latte: guida a una scelta di qualità

Il latte (intero, parzialmente scremato o a lunga conservazione): guida ad una scelta di qualità.

Etichette dei salumi: nel 2021 indicazione dell’origine obbligatoria

La normativa sull’etichettatura dei salumi ha subito una modifica temporanea, prevista dalla normativa italiana fino al 31 dicembre 2021 come periodo di prova.

Etichetta dei surgelati: novità e obblighi

L’etichetta dei surgelati deve avere le stesse indicazioni valide per gli altri alimenti, con alcune informazioni specifiche valide per il pesce surgelato.

Etichetta dei cibi per l’infanzia: obblighi e contenuto

L’etichetta per gli alimenti destinati all’infanzia è diversa a seconda che si tratti di prodotti per lattanti o per la prima infanzia.

 

Etichette delle uova: come leggerle e cosa devono contenere

L’etichetta delle uova si compone sia della stampigliatura impressa sull’uovo stesso, sia dell’etichetta dell’imballaggio.

Etichette dell’acqua minerale: normativa, classificazione e informazioni

L’etichetta dell’acqua minerale ha informazioni utili e obbligatorie per consentire una scelta consapevole dei propri consumi.

Etichette del pesce: come leggerle

L’etichetta del pesce deve contenere delle precise informazioni stabilite a livello comunitario e che facilitano la scelta durante l’acquisto.

Etichetta della carne: obblighi e nuova normativa

L’etichetta della carne ha di recente avuto un aggiornamento della sua normativa europea, che rende ancora più semplice la scelta del prodotto da acquistare.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.