Tumore allo stomaco - Cancro allo stomaco

Il tumore allo stomaco o carcinoma gastrico è il secondo tumore nel mondo per frequenza (il terzo in Italia dopo il cancro al seno e al polmone) e rappresenta la quinta causa di morte tra i tumori.

 

 

I tumori gastrici vengono classificati in diversi modi, i due modelli di riferimento sono quelli di Lauren e dell'OMS. L'OMS propone un grande numero di tumori differenti, in base alla localizzazione e alla forma ( tumori epiteliali, adenocarcinomi (papillare, tubulare, mucinoso, ecc), carcinoma a piccole cellule, ecc. Lauren propone una divisione più semplice tra carcinoma con morfologia intestinale (tumori voluminosi composti da struttura ghiandolare) e carcinoma diffuso (crescita diffusa e infestante di cellule maligne).

Fattori di rischio del tumore allo stomaco

I più importanti fattori ambientali associati all'incremento dell'incidenza del tumore allo stomaco sono le infezioni da Helicobacter Pylori (presente nella maggior parte dei carcinomi con morfologia intestinale) e alcuni fattori dietetici, come l'abuso di cibi conservati come nitriti e nitrati, alimenti affumicati, peperoncino, carenza di frutta e verdura. Il fumo aumenta il rischio di cancro allo stomaco di circa 1,5 volte.

Un aumento del rischio di tumore allo stomaco è associato alla gastrite cronica, l'ipocloridria, la gastrectomia parziale (con facilità di reflusso della bile che favorisce la cancerogenesi), l'esofago di Barret (aumento del rischio di tumore della giunzione gastro-esofagea).

Vi sono anche fattori genetici predisponenti: la sindrome familiare del carcinoma gastrico e la sindrome non poliposica del carcinoma colon-rettale. Si registra anche un aumento del rischio nei soggetti di gruppo sanguigno A.

 

 

Diagnosi e cura del tumore allo stomaco

Tumore allo stomaco

Il tumore allo stomaco rimane sostanzialmente asintomatico fino alle fasi più tardive, per questo motivo la sopravvivenza a 5 anni è relativamente bassa (15%), se si esclude il tumore diagnosticato precocemente, che invece ha un esito molto più favorevole. I sintomi sono comuni a moltre altre patologie e spesso vengono sottovalutati (calo ponderale, nausea, vomito, dolore addominale).

La diagnosi del tumore allo stomaco viene effettuata con l'esame radiologico, la gastroscopia, la biopsia (l'unica che permette la diagnosi definitiva), gli esami di laboratorio.

Generalmente la chirurgia, con asportazione della parte interssata, è la soluzione con esito migliore. La chemioterapia non ha dato risultati certi in termini di efficacia.

Il tumore allo stomaco spesso si ripresenta dopo l'operazione, a livello locale oppure negli organi adiacenti, quindi è molto importante che il paziente venga monitorato frequentemente dopo l'operazione.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute

Salute oculare: come prendersi cura dei propri occhi

Salute oculare: come prendersi cura dei propri occhi

Integratori per la vista e la salute degli occhi

Alcune sostanze contenute nei cibi, ma assumibili anche sottoforma di integratori, possono ritardare l'insorgenza di alcune patologie dell'occhio legate all'età.

Come integrare la dieta quotidiana per il benessere di pelle e capelli

Come integrare la dieta quotidiana per il benessere di pelle e capelli: omega 3 e altri integratori.

Fungo Chaga: l'integratore con più rischi che benefici

Chaga è un fungo al quale vengono riconosciute proprietà terapeutiche contro alcune patologie, in realtà tutte da dimostrare. E non mancano le controindicazioni.

 

Cannabidiolo (CBD) - cosa sappiamo e cosa no

Il CBD (cannabidiolo) è un cannabinoide che si trova nella cannabis light: scopriamone pregi e difetti.

Integratori per la tiroide: quali sono davvero efficaci?

Gli integratori proposti contro le patologie tiroidee sono molti ma nella maggior parte dei casi sono necessarie delle prove a supporto della loro efficacia.

Lattoferrina: benefici e possibili effetti

La lattoferrina è usata come integratore per diversi scopi, molti dei quali non hanno ancora una solida conferma scientifica.

Mucosite perimplantare

La mucosite perimplantare viene definita come un processo infiammatorio reversibile nei tessuti molli che circondano la zona in cui è installato un impianto dentale.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.