Astragalo

L'astragalo è un erba originaria della Cina, utilizzata per secoli nella medicina tradizionale cinese.

Esistono oltre 2.000 specie di astragalo, ma come integratore alimentare vengono prevalentemente utilizzate le due specie affini Astragalus membranaceus e Astragalus mongholicus.

 

 

L'astragalo veniva usato nella medicina tradizionale cinese come stimolatore del il sistema immunitario, in combinazione con altre erbe (come ginseng, angelica e liquirizia). In Cina viene utilizzato anche oggi, per l'epatite cronica e come terapia complementare per il cancro. Viene usato anche come rimedio tradizionale per raffreddori e infezioni delle vie respiratorie superiori.

I principi attivi sono contenuti nella radice della pianta dell'astragalo, che viene utilizzata per preparare  minestre, tisane, estratti, o messo in capsule e venduto come integratore.

Il maggior principio attivo dell'astralago è l'astragaloside IV, che è stato estratto, isolato e brevettato con il nome di TA-65 e commercializzato come agente di longevità.

L'astragalo ha iniziato a diffondersi in modo massiccio nel mondo occidentale (USA in primis) negli anni '80.

Controindicazioni

Non sono noti particolari effetti collaterali dell'astralago, salvo problemi itestinali minori se assunto ad alto dosaggio. L'astralago potrebbe interferire con alcuni medicinali, specie quelli che regolano il sistema immunitario. Alcune specie di astralago contengono sostanze tossiche, che tuttavia non si trovano nei normali prodotti venduti come integratori.

Astralago

Benefici dell'integrazione di astralago

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Prevenzione e cura nei confronti di alcune infezioni

Stimolatore del sistema immutario ed effetto cardioprotettivo

Dosaggio consigliato

Il dosaggio utilizzato negli studi va da 100 a 500 mg al giorno, anche in funzione del fatto che sia assunto da solo, o insieme ad altre erbe.

Conclusioni

Gli studi di qualità sull'astralago sono ancora carenti e attualmente non si può dire nulla di certo riguardo questo integratore, che dunque è sconsigliabile soprattutto nei soggetti che non hanno problemi di salute.

Bibliografia

 

 

Efficacy and safety of Astragalus membranaceus in the treatment of patients with seasonal allergic rhinitis

The effect of Echinacea purpurea, Astragalus membranaceus and Glycyrrhiza glabra on CD25 expression in humans: a pilot study

Chinese Herb Astragalus membranaceus Enhances Recovery of Hemorrhagic Stroke: Double-Blind, Placebo-Controlled, Randomized Study

Treatment of idiopathic membranous nephropathy with the herb Astragalus membranaceus

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute

Integratori sessuali contro l’impotenza: quali efficaci e quali no

Gli integratori sessuali contro l’impotenza non sempre sono a base di prodotti la cui efficacia è stata testata e le loro pubblicità possono essere ingannevoli.

Policitemia vera

La policitemia vera (o policitemia rubra vera, policitemia primaria) è un disordine mieloproliferativo cronico caratterizzato da una produzione abnorme di globuli rossi.

Fibrosi polmonare

La fibrosi polmonare è una malattia a carico dell’apparato respiratorio, causata dalla formazione di tessuto cicatriziale all’interno del polmone.

Sindrome dell'ovaio policistico

La sindrome dell'ovaio policistico è un disordine molto diffuso nelle donne e caratterizzato da disturbi del ciclo mestruale, aumento del tasso di ormoni androgeni e resistenza all'azione dell'insulina.

 

Obesità negli USA: quali le cause e quali le soluzioni?

L'obesità negli USA è una vera e propria emergenza sanitaria in continuo aumento, nonostante vi siano alcune iniziative volte a ridurre questo fenomeno.

Vitamina D

La vitamina D è uno degli integratori più utilizzati dagli anziani, anche se non è certo che prevenga l'osteoporosi.

Vacanze: come evitare i problemi del rientro in ufficio

Il rientro a lavoro può risultare problematico: stress, fatica, mancanza di tempo, alimentazione trascurata e conseguente bruciore di stomaco persistente.

Intolleranza al lattosio: come riconoscerla e curarla

Il lattosio è spesso responsabile di intolleranze, ai danni di chi non possiede il corretto apporto di lattasi, l’enzima responsabile della scissione del lattosio in glucosio e galattosio.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.