Vini di Provenza

La Provenza, Provence per i francesi, è la regione vitivinivola francese più meridionale (escludendo la Corsica) che si estende sulla costa del Mar Mediterraneo tra la città di Nizza e la città di Marsiglia.

 

 

Qui la tradizione vinicola ha una storia millenaria, di circa 2600 anni, come testimonia lo storico romano, Pompeius Trogus, che racconta che quando arrivarono i colonizzatori romani trovarono "vigneti lussureggianti lungo la costa".

La Provenza oggi produce circa 4,7 milioni di ettolitri di vino, tra bianchi, rosati e rossi, con netta preponderanza dei rossi e dei rosati. I rosati di provenza sono in assoluto quelli più famosi al mondo, con prezzi che toccano livelli davvero inaspettati, per un vino rosato, per i cru dei produttori più quotati.

I vitigni più coltivati sono: Grenache, Carignan, Syrah, Cinsault e Ugny Blanc.
Il clima è tipicamente mediterraneo (inverni miti ed estati calde) e il terreno è vario, prevalentemente sabbioso e calcareo.

I distretti territoriali della Provenza

Vini Provenza

La Provenza è suddivisa in 8 distretti, ognuno con uno stile proprio e ognuno con la propria denominazione AOC:

  • Bandol: è il distretto più famoso e rinomato, ubicato esattamente al centro della Provenza, attorno alla città di Tolone; ha ottenuto la AOC nel 1941. Qui il vitigno più coltivato che dà i migliori risultati è un'uva rossa autoctona chiamata Mourvèdre, con cui si producono vini rossi ricchi di acidità e di tannini capaci di lunghi invecchiamenti. Sono molto buoni e famosi anche i vini rosati di Bandol.
  • Cassis: oltre che per la produzione del liquore omonimo a base di ribes nero, Cassis è rinomata anche per la produzione di vini (bianchi, rossi o rosati) che però hanno prezzi molto elevati sul mercato non giustificati dalla qualità; è una delle AOC più antiche, nata nel 1936.
  • Bellet: la zona più orientale, attorno alla città di Nizza, è caratterizzata da un terreno ricco di silice che spiega come mai qui sono i bianchi ad essere considerati i vini migliori, poiché ricchi di sapidità e mineralità e abbastanza longevi.
  • Côte de Provence: è l'area più vasta con una grande varietà di microclimi e di vitigni coltivati.
  • Coteaux Varois: una zona giovane, AOC dal 1993, che ha buone potenzialità nei vini rossi.
  • Coteaux d'Aix-en-Provence e Coteaux d'Aix-en-Provence-Les Baux: una zona molto estesa tra la catena montuosa di Les Baux e la città di Aix, dove i vini più interessanti sono rossi ottenuti con uve Cabernet Sauvignon e Syrah.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità


Hamburger confezionati: no grazie!

Gli hamburger confezionati non sono in realtà così convenienti e hanno un sapore che si allontana molto da quello della carne fresca.


Salumi: guida a una scelta di qualità

Salumi: guida ad una scelta di qualità di questo vastissimo settore.


Jamon patanegra - Il prosciutto spagnolo

Jamon patanegra: il prosciutto spagnolo il cui vero nome, in realtà, è prosciutto iberico, dalla razza dei maiali.


Prodotti DOP - Denominazione di origine protetta

La DOP - Denominazione di Origine Protetta - è la certificazione europea alimentare più alta.

 


Latte fieno STG

Il latte fieno STG è un latte riconosciuto dall'Unione Europea come Specialità Tradizionale Garantita e prodotto in prevalenza con bovini nutriti a foraggi freschi o essicati.


Ragusano DOP (caciocavallo)

Ragusano DOP: un formaggio a pasta filata dura, prodotto con latte vaccino crudo che pesa normalmente più di 10 chili.


Come scegliere l'olio extravergine di oliva

Come scegliere l'olio extravergine di oliva: i criteri di scelta per un olio di qualità.


Prosciutto di Carpegna DOP

Il prosciutto di Carpegna DOP, prodotto nell'omonimo comune a nord delle Marche.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.