Diet to go: la dieta a domicilio

Diet to go è un servizio nato in Italia è nato nel 2005 grazie allo spirito imprenditoriale di Anna Zocco e la competenza tecnica di Andrea Tibaldi, co-fondatore del servizio e responsabile della elaborazione dei menù che si basano su ricette della Cucina Sì, ideata dal Andrea Tibaldi nel 2007.

 

 

L'iniziativa ha avuto un notevole riscontro mediatico, tra le varie testate giornalistiche se ne è occupata anche Mediaset con un servizio su Italia 1, Repubblica con un corposo articolo sull'inserto Salute (Giugno 2008), nonché un servizio sul TG1 RAI delle 20, il 30 Settembre 2010, e un intervento di Andrea Tibaldi a Pomeriggio 5 condotto da Barbara D'Urso.

Come funziona Diet to go

Catering dietetico - Dieta a domicilio - Diet to go

Il pacchetto minimo dura 2 settimane, week end escluso (per un totale di 10 giorni). Ogni giorno, dal lunedì al venerdì, viene recapitata una borsa termica contenente colazione, pranzo, cena e uno spuntino.

Il pranzo può essere mangiato anche fuori casa perché può essere consumato freddo o a temperatura ambiente.

La cena si può scaldare in padella, nel forno tradizionale o in quello a microonde (il contenitore è adatto per tale tipo di forno).

Per gestire l'alimentazione nel week end vengono forniti dei semplici consigli che consentono di togliersi anche qualche sfizio (per esempio la pizza), senza per questo vanificare i risultati raggiunti. Questa "pausa" è psicologicamente e fisiologicamente importante, perché consente di rilassarsi ed evita la diminuzione del metabolismo dovuta a una dieta protratta per un tempo troppo lungo. Inoltre il cliente viene resposabilizzato, e inizia ad imparare a gestirsi da solo, cosa che dovrà continuare a fare una volta concluso il programma.

 

 

Insieme al pacchetto viene fornito un ricettario, elaborato da Andrea Tibaldi, con 70 ricette e una parte introduttiva che insegna a cucinare in modo appetibile, saziante e ipocalorico.

La dieta

I piani alimentari di Diet to go sono costruiti seguendo le più recenti indicazioni per una corretta alimentazione, il rapporto Eurodiet, le linee guida americane del 2005 e il rapporto congiunto WHO/FAO del 2002.

Il menù è differenziato in base al sesso: 1200 kcal per le donne e 1500 per gli uomini. Tali valori calorici standard sono un ottimo compromesso poiché garantiscono il dimagrimento pur non essendo eccessivamente restrittivi.

Il lavoro di costruzione dei menù per Diet to go è stato oggetto della discussione della tesi di laurea in biologia della nutrizione di Andrea Tibaldi, presso l'università di Camerino, a riprova della validità e della efficacia del nostro metodo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Paste di meliga

Le paste di meliga, i frollini piemontesi tipici del cuneese.


Potacchio (ricetta marchigiana)

La ricetta marchigiana del potacchio: carne, pesce o verdure brasate in padella.


Polenta cotta al microonde

La polenta cotta al microonde presenta un grande vantaggio rispetto alla polenta istantanea. Scopriamolo insieme.


Polenta al gorgonzola

La polenta al gorgonzola: una ricetta molto saporita che può avere tantissime varianti, tipica del Nord Italia.

 


Frittata (omelette) di albumi e formaggio light - Cucina Sì

La omelette di albumi e formaggio è una variante leggermente più elaborata della frittata di albumi e formaggio.


Frittata di albumi e pancetta light - Cucina Sì

La frittata di albumi è un classico della cucina light, ma nessuno la propone con la pancetta.


Mezze penne con ragù e peperoni

Mezze penne con ragù e peperoni - Primi piatti Sì


Burro fatto in casa: è vero burro?

Il burro fatto in casa è facile da produrre, ma molti si illudono che sia vero burro. Scopriamo perché spesso non lo è.