PSA - Esame per la prostata

Il PSA (Prostate-specific antigen) corrisponde all'antigene prostatico specifico, è una glicoproteina secreta esclusivamente dalla ghiandola prostatica che compone lo sperma e solo in minima quantità va nel sangue (PSA normale nel sangue < 4 ng/ml).

 

 

Solitamente il PSA aumenta se c'è qualche patologia alla prostata, che sia ipertrofia, tumore o infezione. In linea di massima,  più la prostata è voluminosa, più aumenta il valore del PSA.

C'è da sottolineare il fatto, molto importante, che il PSA è un indicatore altamente sensibile ma poco specifico: ovvero è sensibile a qualsiasi fattore che possa riguardare la prostata, ma non è specifico di nessuna malattia. Trovare un PSA alto non è sempre sinonimo di carcinoma alla prostata, può tranquillamente essere una prostatite o un'ipertrofia prostatica.

PSA

Per questo motivo è sempre utile affiancare il valore del PSA a una esplorazione rettale e all'ecografia e nei casi dubbi si procederà alla biopsia, per scongiurare il rischio di un carcinoma, ben più grave di una infezione o una ipertrofia prostatica benigna.

Da ricordare anche che il PSA può essere aumentato, in maniera non patologica, nei pazienti che stanno seduti molto tempo, negli autisti, nei motociclisti, nei ciclisti, nei fumatori e dopo i rapporti sessuali.

Dosaggi del PSA

 

 

Esistono diversi dosaggi del PSA, tutti effettuati tramite l'analisi del sangue, che servono a dare un indicazione più completa nel caso in cui ci sia il dubbio di trovarsi di fronte a un tumore piuttosto che ad una ipertrofia benigna.

  • PSA free: solitamente il 90% del PSA è legato ad una proteina. Nei tumori la frazione di PSA legato aumenta ancora, quindi il rapporto tra il PSA libero e il PSA legato diminuisce (cut off < 0,15).
  • PSA velocity: si tratta della velocità di aumento annuale del PSA, si ritiene sospetto se > 2 ng/ml/anno.
  • PSA doubling time: si tratta del tempo di raddoppiamento del PSA, ritenuto sospetto se raddoppia in meno di 12 mesi.
  • PSA density: concentrazione del PSA rispetto al volume della ghiandola. Ovviamente è più sospetto un PSA elevato con la ghiandola di piccole dimensioni.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute

Vacanze: come evitare i problemi del rientro in ufficio

Il rientro a lavoro può risultare problematico: stress, fatica, mancanza di tempo, alimentazione trascurata e conseguente bruciore di stomaco persistente.

Intolleranza al lattosio: come riconoscerla e curarla

Il lattosio è spesso responsabile di intolleranze, ai danni di chi non possiede il corretto apporto di lattasi, l’enzima responsabile della scissione del lattosio in glucosio e galattosio.

Salute oculare: come prendersi cura dei propri occhi

Salute oculare: come prendersi cura dei propri occhi

Integratori per la vista e la salute degli occhi

Alcune sostanze contenute nei cibi, ma assumibili anche sottoforma di integratori, possono ritardare l'insorgenza di alcune patologie dell'occhio legate all'età.

 

Come integrare la dieta quotidiana per il benessere di pelle e capelli

Come integrare la dieta quotidiana per il benessere di pelle e capelli: omega 3 e altri integratori.

Fungo Chaga: l'integratore con più rischi che benefici

Chaga è un fungo al quale vengono riconosciute proprietà terapeutiche contro alcune patologie, in realtà tutte da dimostrare. E non mancano le controindicazioni.

Cannabidiolo (CBD) - cosa sappiamo e cosa no

Il CBD (cannabidiolo) è un cannabinoide che si trova nella cannabis light: scopriamone pregi e difetti.

Integratori per la tiroide: quali sono davvero efficaci?

Gli integratori proposti contro le patologie tiroidee sono molti ma nella maggior parte dei casi sono necessarie delle prove a supporto della loro efficacia.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.