Parotite (orecchioni)

La parotite è una malattia virale (anche in questo caso un Paramyxovirus) sistemica caratterizzata dalla tumefazione delle ghiandole salivari, in particolar modo le parotidi (da qui il nome), ma può localizzarsi anche in altre ghiandole, soprattutto ovaie e testicoli.

 

 

Il contagio anche in questo caso è prevalentemente per via aerea (uno dei nomi comuni per la parotite è "morbo del bacio") e superata la malattia si ha immunità permanente.

Come si manifesta la parotite

La parotite ha un'incubazione che varia dai 14 ai 24 giorni, la fase conclamata prevede l'edema delle ghiandole salivari soprattutto le parotidi che, essendo localizzate vicino alle orecchie, possono spingerle in avanti, da qui il nome "orecchioni" o "gattoni".

Parotite o  orecchioni

Il rigonfiamento parte dall'angolo della mandibola per dirigersi verso le orecchie, e in alcuni casi può arrivare al massimo fino allo zigomo e può essere sia mono che bi-laterale. Per questa tumefazione la deglutizione, la masticazione e l'apertura della bocca oltre un certo angolo risultano dolorose.

Terapia della parotite

La parotite si tratta unicamente con una terapia per ridurre la sintomatologia tramite antiflogistici, antipiretici e antidolorifici. Da calendario vaccinale del bambino si attua la profilassi contro questa malattia tramite la MPR (anti morbillo, parotite, rosolia) che deve essere effettuata all'anno di età e poi successivamente tra i 5 e i 6 anni.

 

 

Complicanze della parotite

Da ricordare è la possibile complicazione con localizzazione del virus a livello meningeo con una meningo-encefalite (non rara soprattutto sopra i 15 anni), a livello del testicolo con un'orchite (può causare sterilità se la malattia è contratta in età adulta) e al pancreas con pancreatite acuta (poco frequente).

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute

Integratori per la vista e la salute degli occhi

Alcune sostanze contenute nei cibi, ma assumibili anche sottoforma di integratori, possono ritardare l'insorgenza di alcune patologie dell'occhio legate all'età.

Come integrare la dieta quotidiana per il benessere di pelle e capelli

Come integrare la dieta quotidiana per il benessere di pelle e capelli: omega 3 e altri integratori.

Fungo Chaga: l'integratore con più rischi che benefici

Chaga è un fungo al quale vengono riconosciute proprietà terapeutiche contro alcune patologie, in realtà tutte da dimostrare. E non mancano le controindicazioni.

Cannabidiolo (CBD) - cosa sappiamo e cosa no

Il CBD (cannabidiolo) è un cannabinoide che si trova nella cannabis light: scopriamone pregi e difetti.

 

Integratori per la tiroide: quali sono davvero efficaci?

Gli integratori proposti contro le patologie tiroidee sono molti ma nella maggior parte dei casi sono necessarie delle prove a supporto della loro efficacia.

Lattoferrina: benefici e possibili effetti

La lattoferrina è usata come integratore per diversi scopi, molti dei quali non hanno ancora una solida conferma scientifica.

Mucosite perimplantare

La mucosite perimplantare viene definita come un processo infiammatorio reversibile nei tessuti molli che circondano la zona in cui è installato un impianto dentale.

Listeria monocytogenes: alimenti, sintomi e prevenzione

La Listeria monocytogenes è un batterio ubiquitario che si trova in diversi alimenti e sopravvive anche in frigo.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.