Laringite

La laringite è definita come qualsiasi processo infiammatorio che coinvolge la laringe e può essere causata da una varietà di processi infettivi e non infettivi. La stragrande maggioranza dei casi di laringite riscontrati nella pratica clinica nei paesi sviluppati sono laringiti acute.

 

 

Eziologia della laringite

Quasi tutti i virus respiratori più importanti possono essere coinvolti nella laringite acuta virale: rhinovirus, virus dell'influenza, virus parainfluenzali, adenovirus, coxsackievirus, coronavirus, virus respiratorio sinciziale.

Ma la laringite acuta può anche essere associata a infezioni batteriche acute delle vie respiratorie, come quelle causate dallo streptococco di gruppo A, da C. diphtheriae (anche se la difterite è stata praticamente eliminata in Italia grazie alla vaccinazione) o da M. catarrhalis.

La laringite cronica ad eziologia infettiva è molto meno comune nei Paesi sviluppati rispetto ai Paesi in via di sviluppo. Ne sono causa il Mycobacterium tuberculosis, responsabile di una laringite spesso difficile da distinguere dal cancro della laringe; Histoplasma e Blastomyces, spesso come complicanza di un'infezione sistemica; la Candida, spesso in associazione a mughetto o esofagite, e particolarmente in pazienti immunodepressi. Rari casi di laringite cronica sono dovuti a Coccidioides e Cryptococcus.

Anche l'uso prolungato (e magari improprio) della voce può causare infiammazione cronica delle corde vocali, e quindi della laringe, nell'ambito di un tipico disturbo professionale: cantanti, insegnati, etc.

 

 

Manifestazioni della laringite

La laringite è caratterizzata da raucedine e si può anche associare a ridotta altezza vocale o afonia. Siccome la laringite acuta è causata principalmente da virus respiratori, questi sintomi di solito si verificano in associazione con altri sintomi e segni di infezione del tratto respiratorio superiore, tra cui rinorrea, congestione nasale, tosse e mal di gola. La laringoscopia diretta rivela spesso eritema ed edema laringeo diffuso (arrossamento e gonfiore), con congestione vascolare delle corde vocali.

La forma cronica di laringite (ad es. laringite tubercolare), in aggiunta a quanto descritto, comprende spesso anche noduli e ulcerazioni delle mucose visibili sulla laringoscopia: queste lesioni sono a volte scambiate per un tumore della laringe.

Terapia della laringite

Laringite

La laringite acuta di solito è curata semplicemente con umidificazione (aerosol) e riposo della voce.

La rieducazione respiratoria e vocale sono di aiuto nelle laringiti sostenute da "abuso" della voce. Gli antibiotici non sono raccomandati se non quando sia stato isolato dal tampone lo streptococco di gruppo A, nel qual caso la penicillina è il farmaco di scelta. La scelta della terapia in caso di laringite cronica dipende dall'agente patogeno, la cui identificazione richiede in genere la biopsia con coltura, tenendo presente che i pazienti con tubercolosi laringea sono altamente contagiosi.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Riflessologia plantare: cosa cura, come agisce e dove è nata

La riflessologia plantare fa parte delle medicine alternative e nonostante sia molto utilizzata non è ancora chiara la sua reale efficacia.


Naturopatia: l'unione di tecniche dall'efficacia non dimostrata

La naturopatia è una medicina che usa tecniche di altre medicine alternative e che propone un ritorno alla connessione con la natura. La sua efficacia non è però dimostrata.


Integratori di fibre alimentari: quali tipologie ed effetti?

Gli integratori di fibre alimentari sono molto usati per diversi scopi e fanno da supporto alle fibre normalmente aggiunte alla dieta.


Disturbi del sonno: caratteristiche, rimedi e cause

I disturbi del sonno sono di varia natura e hanno molte cause diverse, possono essere trattati con farmaci e altri rimedi.

 


Macchie solari: tipologie e trattamenti

Le macchie solari sono incrementate dall'esposizione al sole ma hanno anche altre cause.


Psyllium

I semi di psyllium sono un integratore utilizzato per combattere stati blandi di stitichezza, fanno parte dei lassativi di massa.


Intolleranza agli additivi alimentari: cosa sappiamo davvero?

L'intolleranza agli additivi alimentari è una reazione da ipersensibilità al cibo non ancora molto studiata. Non esiste un test diagnostico e una cura specifica.


I test per le intolleranze alimentari

I test per le intolleranze alimentari: quelli riconosciuti dalla medicina e quelli non convenzionali.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.