Qualità gastronomiche e abitudine del gusto

Non è vero che i gusti sono gusti, come si potrebbe pensare. Se da un certo punto di vista è indubbio che il gusto è soggettivo è altrettanto vero che si può educare, abituare e anche ingannare. Solo abituando i nostri gusti al nostro consumo calorico è possibile ottenere il massimo dal cibo in termini di piacere e salute.

 

 

Prima di tutto, quindi, occorre capire che un alimento veramente di qualità è buono a prescindere dal suo contenuto calorico.

Se un alimento piace solo perché grasso o dolce e si considerano i cibi poco calorici come frutta e verdura una punizione, non si può sperare di avere un rapporto equilibrato con il cibo, in particolare risulterà difficile mantenere il peso forma e quindi una buona salute.

Qualità gastronomiche

Una volta compreso questo punto, è utile fare alcune considerazioni utili per la ricerca di cibi con buone qualità organolettiche:

  • la qualità si paga: non si può sperare di trovare prodotti di qualità spendendo poco. Questo è particolarmente vero per alcune categorie di prodotti, meno per altre, ma il concetto ha una validità piuttosto generale;
  • la qualità non si trova facilmente: oltre ad essere costosa, è anche abbastanza rara. Non si può sperare di trovare il prodotto migliore sotto casa o al supermercato, chi vuole il massimo della qualità deve amare il cibo ed essere disposto a dedicargli tempo, oltre che soldi;
  • la qualità non dipende da un solo fattore: non tutti i cibi biologici sono buoni, così come non tutti i cibi artigianali o genuini sono buoni. La qualità dipende da molti fattori e purtroppo non si può generalizzare, si può trovare al supermercato, al negozio di primizie o al mercatino di paese, dipende sempre dal tipo di prodotto.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità


Hamburger confezionati: no grazie!

Gli hamburger confezionati non sono in realtà così convenienti e hanno un sapore che si allontana molto da quello della carne fresca.


Salumi: guida a una scelta di qualità

Salumi: guida ad una scelta di qualità di questo vastissimo settore.


Jamon patanegra - Il prosciutto spagnolo

Jamon patanegra: il prosciutto spagnolo il cui vero nome, in realtà, è prosciutto iberico, dalla razza dei maiali.


Prodotti DOP - Denominazione di origine protetta

La DOP - Denominazione di Origine Protetta - è la certificazione europea alimentare più alta.

 


Latte fieno STG

Il latte fieno STG è un latte riconosciuto dall'Unione Europea come Specialità Tradizionale Garantita e prodotto in prevalenza con bovini nutriti a foraggi freschi o essicati.


Ragusano DOP (caciocavallo)

Ragusano DOP: un formaggio a pasta filata dura, prodotto con latte vaccino crudo che pesa normalmente più di 10 chili.


Come scegliere l'olio extravergine di oliva

Come scegliere l'olio extravergine di oliva: i criteri di scelta per un olio di qualità.


Prosciutto di Carpegna DOP

Il prosciutto di Carpegna DOP, prodotto nell'omonimo comune a nord delle Marche.