Bleu du Vercors-Sassenage AOC

Il Bleu du Vercors-Sassenage, chiamato anche Bleu de Sassenage o Bleu du Vercors, è un formaggio erborinato prodotto nella regione del Rodano (Rhone-Alpes) appartenente alla categoria dei "fromages bleus" o "a pate persillèe" francesi. Il Bleu de Sassenage prende il nome dalla cittadina omonima, Sassenage, dove nel XIV secolo i sudditi dovevano pagare le tasse in formaggio e dove la tradizione casearia è rimasta molto attiva e fiorente. Il Vercors è, invece, il gruppo montuoso poco a sud di Sassenage dove la produzione del bleu è riconosciuta dal disciplinare.

 

 

Il Bleu du Vercons-Sassenage ha ottenuto la denominazione AOC nel 1998.

Produzione del Bleu du Vercors-Sassenage AOC

Bleu Vercors Sassenage

Il Bleu du Vercors-Sassenage si può produrre solo con latte vaccino crudo delle razze autoctone Abondance, Montbèliard e Villarde alimentate a foraggi naturali provenienti dalla zona delimitata dal disciplinare. Il latte, intero o parzialmente scremato, viene portato ad alte temperature, che però non possono superare i 76°C, e aggiunto di caglio. La coagulazione avviene ad una temperatura compresa tra i 31 e i 35°C, quindi la cagliata viene rimossa e travasata in fascere individuali, senza pressarla. La procedura di salatura dura al massimo 3 giorni, e la stagionatura si prolunga per un tempo minimo di 21 giorni in locali sotterranei appositi dove viene favorito lo sviluppo delle muffe.

 

 

Caratteristiche organolettiche del Bleu du Vercors-Sassenage

Il Bleu du Vercors-Sassenage si presenta come un cilindro appiattito di 27-30 cm di diametro e 7-9 cm di altezza, con un peso che varia dai 4 ai 5 kg. La crosta è sottile e coriacea, con una fioritura composta da un sottile strato di peluria bianca e venatura arancioni. La pasta è di color giallo pallido, disseminata di macchie blu irregolari e densa ma soffice allo stesso tempo. Per appartenere alla categoria degli erborinati, il Bleu de Sassage è un po' particolare, non viene pressato, non viene cotto, ed ha un sapore più delicato con un retrogusto solo lievemente amarognolo. Va abbinato ad un Beaujolais o ad un rosso della regione di provenienza, la Cotes du Rhone.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità

Il latte: guida a una scelta di qualità

Il latte (intero, parzialmente scremato o a lunga conservazione): guida ad una scelta di qualità.

Etichette dei salumi: nel 2021 indicazione dell’origine obbligatoria

La normativa sull’etichettatura dei salumi ha subito una modifica temporanea, prevista dalla normativa italiana fino al 31 dicembre 2021 come periodo di prova.

Etichetta dei surgelati: novità e obblighi

L’etichetta dei surgelati deve avere le stesse indicazioni valide per gli altri alimenti, con alcune informazioni specifiche valide per il pesce surgelato.

Etichetta dei cibi per l’infanzia: obblighi e contenuto

L’etichetta per gli alimenti destinati all’infanzia è diversa a seconda che si tratti di prodotti per lattanti o per la prima infanzia.

 

Etichette delle uova: come leggerle e cosa devono contenere

L’etichetta delle uova si compone sia della stampigliatura impressa sull’uovo stesso, sia dell’etichetta dell’imballaggio.

Etichette dell’acqua minerale: normativa, classificazione e informazioni

L’etichetta dell’acqua minerale ha informazioni utili e obbligatorie per consentire una scelta consapevole dei propri consumi.

Etichette del pesce: come leggerle

L’etichetta del pesce deve contenere delle precise informazioni stabilite a livello comunitario e che facilitano la scelta durante l’acquisto.

Etichetta della carne: obblighi e nuova normativa

L’etichetta della carne ha di recente avuto un aggiornamento della sua normativa europea, che rende ancora più semplice la scelta del prodotto da acquistare.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.