Marmellata: strumenti per prepararla

Gli strumenti che occorrono per preparare la marmellata sono:

  • una o più pentole capienti, di acciaio a fondo spesso;
  • uno o più cucchiai di legno o di acciaio, se sono di legno accertarsi che non abbiano residui di aromi di altri cibi, che potrebbero contaminare la marmellata;
  • una quantità di vasetti tale da contenere tutta la marmellata, provvisti di tappi nuovi;
  • una pentola di riserva, capiente, per sterilizzare i vasi prima dell'invasettamento;
  • un mestolo e un imbuto per riempire i vasetti;
  • pinze da cucina per estrarre i vasetti dall'acqua bollente.

La marmellata non deve essere sottoposta a temperature troppo elevate quindi occorre una pentola a fondo spesso di acciaio, che ha una bassa conducibilità e quindi una grande inerzia termica: il fondo non raggiunge mai temperature molto alte.

 

 

Meglio non usare pentole in alluminio antiaderenti, poiché la bassa inerzia termica e l'alta conducibilità rende difficile trovare la giusta intensità della fiamma, inoltre i bordi e il fondo della pentola tendono a scaldarsi troppo con il rischio di far attaccare la marmellata sul fondo e di formare una patina di marmellata secca sul bordo della pentola. Con una casseruola di alluminio occorre mescolare più spesso e quindi la cottura diventa decisamente più critica.

I cucchiai utilizzati devono avere un lungo manico per evitare di bruciarsi con gli schizzi che inevitabilmente si producono, soprattutto a fine cottura quando la marmellata è più densa e gli schizzi aumentano.

Il mestolo e l'imbuto vanno appoggiati su una superficie pulita, per evitare contaminazioni durante l'invasamento.

 

 

I vasetti per la marmellata

La tentazione di utilizzare i tanto vasetti che abbiamo in casa, residui di marmellate, sott'oli e sott'aceti è sempre forte, ma altrettanto fortemente sconsigliabile. Il rischio che il tappo non tenga e che il sottovuoto non sia sufficiente è sempre in agguato, con il risultato di vanificare il frutto di tanto lavoro.

Quindi consigliamo di acquistare vasetti standard (tipo Bormioli), che hanno i seguenti vantaggi:

  • hanno una forma e una capienza standard;
  • hanno un'ampia superficie di chiusura del tappo che garantisce la tenuta;
  • possono essere riciclati, cambiando solo il tappo.

Quindi se già li avete in casa, non utilizzate tappi vecchi ma compratene di nuovi.

I vasetti della Bormioli sono disponibili in diversi formati, quelli più adatti ad un utilizzo casalingo sono quelli della foto.

Il più piccolo ha una capacità di 250 ml e contiene circa 350 g di marmellata, il più grande è da 500 ml e contiene circa 650 g di marmellata.

Entrambi hanno il tappo da 70 mm.

Ovviamente si possono usare vasetti diversi, ne esistono di più piccoli e di più grandi, proponiamo queste dimensioni perché sono consumabili in breve tempo una volta aperti, senza rischiare deterioramento del prodotto, che avviene in un tempo variabile da 20 a 60 giorni, a seconda del tipo di marmellata.

Il fatto di avere vasetti standardizzati consente di calcolare agevolmente la quantità totale di marmellata prodotta, averli di 2 dimensioni diverse consente di razionalizzare il consumo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Acquapazza - Ricetta di pesce

L'acquapazza: una semplicissima ricetta per cucinare il pesce con pomodorini, aglio e prezzemolo.


Muffin veloce al microonde con cioccolato, zenzero e cannella

Muffin veloce al microonde con cioccolato, zenzero e cannella: una ricetta di ispirazione anglosassone, dove le 'mug cakes' imperversano da anni.


Il muffin e l'english muffin

Il muffin è un dolce monoporzione tipico della cultura gastronomica americana, ma ormai molto diffuso anche in Europa e in Italia.


Mousse al cioccolato veloce (ricetta classica)

La mousse al cioccolato nella sua versione più classica e più semplice: la cosiddetta mousse al cioccolato veloce.

 


Ricetta Mousse al cioccolato con uova (base semifreddo)

La mousse al cioccolato con uova, con utilizzo della base semifreddo ovvero della montata di uova e zucchero, che dona cremosità alla mousse.


Ricetta Mousse al cioccolato light senza panna

La mousse al cioccolato in versione light, una ricetta senza panna, che esalta il gusto del cioccolato fondente con la metà delle calorie.


Mousse al caffè light

La mousse al caffè in versione light con solo 160 kcal a porzione: vediamo come limitare l'uso della panna montata in questa ricetta.


Mousse al caffè

La mousse al caffè è un dolce dalla tipica consistenza spumosa e dal sapore caratteristico di caffè. Vediamo come prepararla.