Peperoni arrosto

I peperoni arrostiti sono un alimento squisito, dolcissimi e con un sapore lievemente affumicato che può insaporire moltissimi piatti. In questo articolo scopriremo tutti i segreti per arrostire in modo semplice e veloce i peperoni... Un ortaggio che ormai si trova di discreta qualità tutto l'anno, anche se consigliamo di concentrarne l'utilizzo in estate, quando si trova il prodotto italiano di stagione. Il resto dell'anno troviamo peperoni olandesi o spagnoli, spesso molto dolci anche se non troppo aromatici, ma comunque non proprio in linea con un consumo etico di frutta e verdura e che quindi andrebbero consumati saltuariamente.

 

 

Peperoni arrosto con il forno di casa

Peperone arrosto Peperone arrostito

Per arrostire il peperone basta il forno di casa, dotato di grill elettrico. Bisogna mettere la griglia del forno in alto, in modo tale che il peperone rimanga a una distanza di 10-15 cm da grill, poi si posiziona il peperone intero direttamente sulla griglia del forno, oppure su una teglia, e lo si mette sotto il grill come in figura. Il peperone va arrostito da tutti i lati, per fare ciò bisogna girarlo ogni 4-5 minuti (a seconda della potenza e della distanza dal grill) lasciando esposta al grill la parte ancora da cuocere adiacente a quella già annerita dalla cottura, e si continua così finché tutto il peperone è stato arrostito.

 

 

In 15-20 minuti, quindi, si completa l'operazione.

Per capire quando il peperone è al giusto grado di cottura, si guarda il colore della pelle: quando la pelle si è annerita a chiazze (e non completamente) è ora di girare il peperone su un lato non ancora grigliato. Tuttavia, anche se si annerisce completamente, non ci sono problemi perché poi verrà asportata (la pelle è amara e sicuramente non salutare, come tutti i cibi bruciati).

Quando il peperone è pronto, riporlo all'interno di un sacchetto di carta per qualche minuto, poi estrarlo e pelarlo, la pelle si dovrebbe staccare con molta facilità, l'unico problema è dovuto al fatto che il peperone arrosito è rovente ed è facile bruciarsi, dunque o si attende che si raffreddi completamente, oppure si può tenere a portata di mano un bicchiere di acqua fredda per raffreddarsi le dita in caso di necessità. Una volta pelato, si asporta il gambo, si apre in due e si rimuovono i semi. Conviene effettuare l'operazione su un piatto per raccogliere il liquido che c'è all'interno del peperone, dal gusto molto dolce e armomatico e che può quindi essere utilizzato per le preparazioni successive.

Il peperone arrostito può essere mangiato così com'è nelle insalate, nelle frittate, nei primi piatti, oppure può essere frullato per fare sughi per la pasta, purè, vellutate, ecc.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Crema di nocciole proteica

Crema di nocciole proteica: una Nutella più saziante, proteica, meno calorica, adatta per gli spuntini golosi di chi vuole rimanere in forma.


Pasta con cozze e zucchine

La pasta con le cozze e zucchine in bianco, ricetta, varianti, calorie.


Caesar salad

La Caesar salad: la famosissima insalata statunitense con lattuga romana, parmigiano e pollo.


Risi e bisi con pancetta e piselli freschi

Risi e bisi, il riso con piselli e pancetta, un primo piatto tipico della cucina veneta.

 


Burger buns (Panini da hamburger)

Il panino da hamburger, dolce e soffice, è un simbolo della gastronomia anglosassone. Vediamo come prepararlo in casa.


Bucatini (o meglio spaghetti) all'amatriciana

I bucatini (o meglio spaghetti) all'amatriciana, la pasta con pomodoro e guanciale (e senza cipolla nella versione tradizionale) che viene da Amatrice.


Granita siciliana: ingredienti, ricetta, calorie

La granita siciliana, la madre di tutte le granite, è un dolce tipico della Sicilia dove viene mangiata a colazione.


Tortelloni di ricotta e prezzemolo con burro e salvia

I tortelloni di ricotta: preparati tradizionalmente con spinaci, vi proponiamo in questo articolo una versione con prezzemolo.