Problemi del forno casalingo

Quando capita di utilizzare un forno professionale, si comprendono immediatamente i limiti di un forno casalingo.

I forni casalinghi, infatti, presentano una serie di problemi che bisogna conoscere per evitare che influenzino negativamente la cottura degli alimenti.

 

 

Precisione nella temperatura di cottura

Spesso i forni casalinghi non mantengono la temperatura di cottura impostata, in genere la approssimano per difetto.

Con un termometro da cucina o meglio un termometro da forno potrete scoprire se il vostro forno cuoce alla temperatura indicata e regolarvi di conseguenza. Inoltre, i forni casalinghi non mantengono costante la temperatura ma spesso oscillano anche di 5-10 gradi in più o in meno durante la cottura. Di questo bisogna tenerne conto quando non si deve andare oltre una certa temperatura, come nella cottura delle meringhe o del creme caramel, per esempio se non si deve andare oltre i 120 gradi è bene impostare temperature non superiori a 100-110 gradi.

Uniformità di cottura

Problemi del forno

I forni casalinghi non hanno un buon sistema di ventilazione e quindi cuociono in modo diverso a seconda delle zone del forno, soprattutto nella cottura in modalità ventilata. Capita quindi che le torte o i muffins crescano "storti". Per questo problema non c’è soluzione se non quella di ruotare la torta durante la cottura oppure trovare la posizione giusta all’interno del forno.

Variazione del tempo di cottura in funzione del carico

Sempre a causa della ventilazione insufficiente, se caricate il forno con tanti cibi, il tempo di cottura aumenta. In genere la teglia posta più in alto cuoce normalmente, mentre in quelle sottostanti il tempo di cottura lievita fino al 25% in più. Questo accade perché la cottura non avviene solo per convezione come dovrebbe essere in un forno ventilato, ma la quota di irraggiamento delle pareti del forno è ancora elevata, ma tale calore raggiunge solo la teglia posta in alto.

Variazione di temperatura con l'apertura del forno

 

 

I forni professionali riprendono in pochi secondi la temperatura quando vengono aperti per qualche secondo e poi richiusi, mentre i forni casalinghi necessitano di molto più tempo. Bisogna quindi velocizzare tali operazioni durante la cottura altrimenti i tempi di cottura lievitano e in alcuni casi si hanno problemi anche maggiori, come nel caso delle torte lievitate che possono sgonfiarsi.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Il risotto alla milanese

Il risotto alla milanese: il re dei piatti della cucina lombarda affonda le sue origini nel Cinquecento.


New York Cheesecake Ricetta

La cheesecake di New York, la torta al formaggio che ha fatto il giro del mondo.


Ramen (zuppa giapponese)

Il ramen è un piatto tipico giapponese composto da tagliolini cotti nel brodo di carne e altri svariati ingredienti.


Polpo alla Luciana

Il polpo alla Luciana: una ricetta tipica campana che prende origine dalla cucina povera dei marinai.

 


Cosce di rana fritte

Rane fritte: i segreti per una delle ricette più conosciute con la carne di rana.


Tarte Tatin: origine e ricetta alle albicocche

La Tarte Tatin di albicocche è una variante delle famosa torta di mele di origine francese.


Tiramisù con crema mascarpone

Tiramisù con crema mascarpone: la versione moderna del dolce di origine veneta, quella senza zabaione che troviamo ormai nella stragrande maggioranza dei locali.


Il tiramisù

Il tiramisù: di origine veneta, è uno dei dolci più diffusi in Italia, fatto con zabaione, mascarpone e savoiardi inzuppati nel caffè.