La panna vegetale

La panna vegetale è il prodotto alternativo alla panna, privo di qualunque ingrediente di origine animale. Nacque molti anni fa, sull'onda della cattiva reputazione del colesterolo (spesso ingiustificata) e dei grassi animali in genere. Oggi viene consumata anche dalle tante persone che si sono convertite ad un'alimentazione vegana, totalmente priva di alimenti di origine animale.

In genere viene prodotta con una miscela di grassi vegetali raffinati, spesso ricchi di grassi saturi (olio di palma, palmisti o cocco), oppure idrogenati. La panna vegetale contiene poi emulsionanti, necessari per stabilizzare la miscela di acqua e grassi; addensanti, necessari per ottenere la giusta densità e mantenerla nel tempo; e aromi, necessari per rendere gradevole l'aroma che altrimenti sarebbe neutro, praticamente insapore. A volte contiene una parte di latte vegetale (per esempio di soia), più che altro per conferirgli un minimo di "naturalità".

La panna vegetale è indispensabile quando si cerca un prodotto in grado di montare, per sostituire la panna montata. In tutti gli altri casi la si può sostituire tranquillamente con altre fonti di grasso, senza alcun tipo di problema, o eventualmente con i latti vegetali, magari di cocco o di mandorla se no dà fastidio l'aroma e si cerca un prodotto ricco di grassi.

Le calorie della panna vegetale sono equivalenti a quelle della panna tradizionale, perché per renderla in grado di essere montata occorre la stessa percentuale di grassi (35/36%).

Panna vegetale

I vantaggi della panna vegetale

La panna fresca è prodotta con il grasso del latte separato con metodi fisici e sottoposto a trattamento termico per la conservazione. Non contiene additivi di alcun genere, salvo alcuni prodotti che contengono carragenina, un innocuo addensante.

L'unico vantaggio dal punto di vista salutistico riguarda il colesterolo.

La panna contiene colesterolo (come del resto i formaggi, il burro e tutti i latticini grassi), 120 mg per 100 g di prodotto (dato della panna fresca, quella con il 35% di grassi, la panna UHT al 25% di grassi ne contiene 80).

 

 

La panna vegetale ha ovviamente meno colesterolo (anzi, non ne contiene per niente), ma sicuramente la qualità dei grassi è inferiore in quanto sono oli vegetali raffinati, oppure addirittura da grassi vegetali idrogenati, che sono decisamente da evitare. In ogni caso, quasi sempre non presenta il vantaggio (comunque tutto da verificare) di avere meno grassi saturi, visto che quasi sempre vengono utilizzati oli "tropicali" ricchi di grassi saturi.

Se a questo aggiungiamo che la panna non è di certo un alimento di cui possiamo abusare, se vogliamo mantenerci magri, possiamo concludere che, come per qualunque altro latticino (burro compreso), in un'alimentazione equilibrata non ha senso sostituire la panna con quelle vegetale. Supponiamo infatti di consumare 50 g di panna al giorno (pari a 175 kcal), una quantità notevole ma compatibile con una alimentazione ipocalorica.

Tale quantità di panna ha 60 mg di colesterolo, il 20% della quantità giornaliera consigliata. Per fare un confronto con alimenti che contengono veramente tanto colesterolo, consideriamo che un uovo ha 220 mg di colesterolo, 100 g di fegato 190 mg, 100 g di gamberi 150 mg. Notiamo come le quantità indicate siano compatibili con una alimentazione ipocalorica: posso mangiare 200 g di gamberi (150 kcal) e rimanere magro ma assumendo una quantità di colesterolo notevole.

In una alimentazione in cui la quantità di colesterolo deve essere limitata, questi sono gli alimenti da limitare, non di certo la panna, ovviamente fermo restando che un alimentazione corretta prevede il mantenimento del peso forma!

Gli svantaggi della panna vegetale

Dovrebbero saltare immediatamente all'occhio leggendo gli ingredienti: la panna vegetale è una miscela di grassi vegetali raffinati, acqua, emulsionanti, addensanti, aromi artificiali. Insomma, un prodotto davvero poco genuino, costruito appositamente dall'industria alimentare al solo fine di produrre qualcosa di equivalente alla panna, ma 100% vegetale.

Gli additivi contenuti nella panna vegetale possono non essere dannosi, e lo stesso vale per grassi raffinati, ma non avendo di fatto alcun vantaggio nei confronti della panna, se non quello, irrisorio, di non contenere colesterolo, possiamo concludere che non ha davvero senso consumare panna vegetale, a meno di non avere esigenze che ci costringano ad usarla.

Le categorie di persone che non possono usare la panna sono gli intolleranti al lattosio e gli allergici alle proteine del latte; e chi per scelta ha deciso di non consumare cibi di origine animale (i vegani). Ovviamente nessuno obbliga questi soggetti a consumare la panna vegetale... A meno che non si sia costretti ad utilizzare un ingrediente in grado di montare (incorporare aria quando viene lavorato con una frusta), l'unico caso in cui la panna vegetale è indispensabile (per esempio nelle mousse e in tutti i casi in cui si debba incoporare aria in un composto). Tuttavia, un onnivoro può ovviare molto facilmente utilizzando albume montato.

I vegani, invece, non potendo usare le uova, saranno costretti ad utilizzare la panna vegetale. A questo punto bisogna interrogarsi sulla propria scelta: se si è vegani per motivi salutistici, non ha davvero senso tollerare l'utilizzo di un prodotto così poco genuino. Tantovale fare uno strappo alla regole e usare panna tradizionale. Se invece si è vegani per motivi etici, si potrà utilizzare tranquillamente: in ogni caso, in un'alimentazione equilibrata, utilizzare la panna vegetale una volta ogni tanto non può di certo far male. Spesso i vegani sono anche attenti in generale alla qualità del cibo che mangiano, e quindi di base non dovrebbero consumare alimenti del genere... Tuttavia uno strappo alla regola qualitativo si può tranquillamente tollerare.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


Quanto tempo per il primo triahlon?

Quanto tempo occorre prima di essere pronti per il primo triahlon. Come superare i fit-test.


Formaggio di capra e colesterolo

Discussione sulla veridicità dell'affermazione che il formaggio di capra non conterrebbe colesterolo.


La panna vegetale

La panna vegetale è il prodotto alternativo alla panna privo di qualunque ingrediente di origine animale. Un prodotto ben poco genuino, tendenzialmente da evitare.


La posta dei lettori sul tema SPORT

La posta dei lettori sul tema SPORT. In questa pagina trovi le email dei lettori sul tema sport.

 


Il pepe fa male?

Il pepe fa male? il pepe contiene sostanze potenzialmente tossiche, ma in realtà innocue alle dosi consumate in una normale alimentazione.


Corsa, massa muscolare e dietologi zonisti...

Corsa, massa muscolare, dietologi zonisti...una dieta a zona è efficace?


Il fit test "acquatico"

Tutto quello che c'è da sapere sul fit test acquatico e le differenze con quello per la corsa.


Catarro? Insonnia? Mangia miele!!!!

Il miele è davvero efficace contro catarro e influenza? Sfatiamo alcuni miti.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.