Obesità

In questa sezione scopriremo che l'obesità è una malattia cronica molto diffusa e in forte aumento. Scopriremo anche che guarire dall'obesità è molto difficile (per non dire praticamente impossibile) se si utilizzano le terapie nutrizionali classiche.

Illustreremo quindi un nuovo modello terapeutico multidimensionale contro l'obesità, piuttosto difficile da attuare ma, allo stato attuale delle cose, l'unico che mostri una percentuale decente di guarigione dalla malattia.

Prima di iniziare il nostro viaggio nell'obesità, vogliamo chiarire alcune cose riguardo lo scopo di questa sezione.

Lo scopo di questa sezione

Obesità

Lo scopo di questa sezione NON è quello di curare l'obesità: come vedremo, infatti, per curare questa malattia occorre instaurare una forte relazione terapeutica tra un professionista, l'obesiologo, e il paziente. Chiunque volesse curare l'obesità senza un rapporto personale tra medico e paziente sarebbe un pazzo.

Lo scopo di questa sezione è quello di sensibilizzare le persone, e in particolare gli obesi e coloro che gli stanno vicino. Tutti devono capire quali sono le reali cause dell'obesità e quali sono i metodi per curarla, perché questo è l'unico modo per invertire il trend e migliorare i tassi di guarigione che attualmente sono bassissimi.

Una delle cause della situazione attuale, come vedremo, è la considerazione sbagliata che l'opinione pubblica ha della malattia.

Questa sezione è stata scritta prendendo ispirazione dal libro "Le Diete Fanno Ingrassare" del Prof. Nazario Melchionda, docente all'Università di Bologna e obesiologo con decenni di esperienza. Invitiamo chiunque abbia voglia di approfondire l'argomento di leggere questo interessante libro, premettendo che è rivolto a tutta la popolazione e non occorre nessun rerequisito culturale di base per capirne i contenuti.

 

Articoli sull'obesità

Cause ambientali dell'obesità

L'obesità è una delle cosiddette 'malattie del benessere', il suo sviluppo incontrollato inizia quando il tenore di vita medio consente a tutti di disporre di una quantità di cibo sovrabbondante. Questo fenomeno avviene in tutte le società che raggiungono il benessere: è successo con i nordamericani, con gli europei, ...

 

Cause biologiche dell'obesità

Da anni si cerca di capire se esistono predisposizioni genetiche, ereditarie o meno, che causano l'aumento incontrollato di peso. Periodicamente, nel TG serale di turno, sentiamo la notizia che è stato scoperto il gene X o l'ormone Y che causa l'obesità. In realtà la ricerca scientifica attualmente ci dice che esistono predisposizioni ...

 

Cause psicologiche dell'obesità

Dietro la nascita e lo sviluppo dell'obesità si nascondono sempre cause psicologiche più o meno importanti. Gli psicologi statunitensi sono i pionieri degli studi delle cause psicologiche in grado di scatenare l'obesità, mentre in Italia la bibliografia in merito è molto più povera. Gli studiosi sono concordi nell'affermare ...

 

Cause sociali e risorse sanitarie contro l'obesità

L'obesità è una malattia che dipende dallo stile di vita, e dove la prevenzione assume una importanza strategica. In quest'ottica diventa molto importante la considerazione che le persone hanno nei confronti dell'alimentazione ma soprattutto del controllo del peso corporeo. Purtroppo il pensiero comune della società moderna, sebbene ...

 

Chi è obeso? Incidenza dell'obesità in italia e nel mondo

L'obesità è una malattia molto diffusa ed in forte crescita che interessa tutti i paesi industrializzati. Un soggetto si definisce obeso quando il suo indice di massa corporea (BMI) è superiore a 30, o il suo peso eccede di più del 20% rispetto al peso ideale. Nel nostro paese questa malattia colpisce il 10% degli adulti ...

 

Cosa ostacola la cura dell'obesità

Il Modello Educativo Integrato ha dimostrato di essere la terapia più efficace nella lotta contro l'obesità. Tuttavia, come abbiamo visto, questo metodo non è semplice e richiede uno staff di professionisti specializzati e un grande impegno da parte del paziente. Esistono diverse barriere o ostacoli che possono determinare il fallimento ...

 

Educazione cognitiva e del comportamento nell'obesità - Autostima

In questa fase devono essere forniti al paziente gli strumenti per modificare il proprio comportamento alimentare e per modificare il suo modo di considerare la sua malattia. Gli strumenti per attuarla sono molti, solitamente si utilizzano manuali informativi integrati con lezioni individuali o di gruppo, secondo il metodo dell'auto-aiuto guidato. ...

 

Educazione nutrizionale contro l'obesità

In questa fase il paziente deve acquisire le nozioni per imparare a gestire da solo la propria alimentazione, sia dal punto di vista qualitativo che da quello quantitativo. Una delle cause del fallimento delle terapie tradizionali, infatti, è la totale assenza di educazione nutrizionale, che non consente di correggere le abitudini alimentari ...

 

Il dilemma della dieta di Bennet

Le diete fanno ingrassare: sembra impossibile, ma spesso l'obesità nasce o si aggrava a causa di una dieta dimagrante. Questo paradosso è anche chiamato 'dilemma della dieta di Bennet' o 'modello psico-biologico-sociale'. Questo modello nasce nel 1982 e si contrappone al modello morale, che attribuisce all'obeso la totale responsabilità ...

 

Il modello della speranza: come si guarisce dall'obesità

Il Modello della speranza o di Kirschenbaum descrive gli stadi del cambiamento durante il processo della perdita di peso. Questo modello è nato dalla sperimentazione di una squadra di psicologi durata tre anni su un campione di soggetti obesi sottoposti a una terapia prescrittiva tradizionale. Sono stati studiati e descritti i pensieri, le sensazioni ...

 

Il modello morale - Colpevolizzare il malato

L'obesità è stata affrontata per decenni, e lo è tutt'ora, dalla maggior parte dei medici come una malattia curabile con la semplice prescrizione di una dieta o di farmaci, come qualsiasi malattia infettiva. La potenza dei fattori genetici, biologici e psicologici che rappresentano una delle cause che facilitano la comparsa e lo ...

 

La relazione terapeutica paziente - obesiologo

La relazione tra medico e paziente è il cardine su cui si basa il successo della terapia dell'obesità. La cronicità della malattia e le note difficoltà che esistono per la perdita di peso trasformano facilmente la relazione in una trappola, la trappola relazionale che porta all'Eclissi, ovvero all'interruzione della relazione ...

 

Modello educativo integrato nell'obesità

Come abbiamo visto, il Modello della Speranza descrive le varie fasi che si trova ad affrontare un obeso durante la perdita di peso. Accettare questo modello è il primo passo per eleborare una strategia che sia davvero efficace per combattere questa malattia. La svolta in questo senso avvenne nei primi anni '60 in nordamerica: vennero arruolate ...

 

Obesità come metafora della scalata

Il Modello della speranza, ovvero l'analisi delle varie fasi attraversate da un obeso durante la perdita di peso, consente di capire qual'è la direzione da seguire per combattere in modo efficace l'obesità. La perdita di peso può essere considerata come la scalata di una montagna dove la meta è rappresentata dal peso ideale ...

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Fimosi

Per fimosi si intende l'incapacità di ritrarre la porzione di pelle (prepuzio) che copre la testa del pene (glande).


Fibrosi polmonare

La fibrosi polmonare è una malattia a carico dell’apparato respiratorio, causata dalla formazione di tessuto cicatriziale all’interno del polmone.


Calcoli tonsillari

I calcoli tonsillari, conosciuti anche come tonsilloliti, sono delle formazioni di piccoli detriti, simili a pietre, posti in vicinanza delle tonsille.


Duodenite

La duodenite e' l'infiammazione del duodeno, la prima parte dell'intestino tenue ed e' causata da una presenza eccessiva di succhi gastrici acidi.

 


Disprassia

La disprassia è caratterizzata da una mancanza di coordinamento tra le intenzioni mentali e la capacità di coordinare il corpo e le azioni.


Shock ipovolemico

Per shock ipovolemico si indica una condizione nella quale si perde più di un quinto del sangue presente nel corpo, cioè più di un litro di sangue.


Shock anafilattico

Lo shock anafilattico, chiamato anche anafilassi, è una grave reazione allergica, potenzialmente pericolosa per la vita di una persona.


Botulino

il botulino: un batterio molto pericoloso che si sviluppa in ambienti poco acidi e anaerobici.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.