Menù della Vigilia di Natale light ma goloso

Natale 2019 è vicino e sono gli ultimi giorni utili per dedicarsi ai preparativi di pranzi e cene. Tra un regalo e l’altro bisognerebbe trovare il tempo di acquistare anche gli ingredienti necessari alla realizzazione del menù delle feste.

 

 

Natale, si sa che è sinonimo di grandi tavolate ricche di ogni leccornia, però per rispettare anche un po’ quelle antiche tradizioni, potreste pensare di realizzare un cenone della Vigilia molto più leggero ma sempre goloso.

Se tra un impegno e l’altro, non avete il tempo necessario per realizzare tutto il menù da soli, potreste farvi aiutare da un piccolo ma grande aiutante, il Bimby. Online si trovano innumerevoli ricette Bimby che possono fare al caso vostro.

Lungo questo articolo potrete leggere le ricette di un intero menù natalizio, che potranno benissimo essere preparate anche con il robot da cucina. Iniziamo!

Antipasto: Vol-au-vent al tonno

Apriamo le danze con un classico degli antipasti natalizi: i vol-au-vent. Per far si che siano light ma golosi e soprattutto che rispettino la tradizione e quindi, a base di pesce, abbiamo pensato di farcirli con una deliziosa crema al tonno.

Ma vediamo subito come realizzarli. Se volete un’opzione più sbrigativa e pratica, potete optare per l’acquisto dei vol-au-vent già pronti, ma visto che in aiuto verrà il vostro robot da cucina, potrete cimentarvi a realizzarli da soli. Vi basterà realizzare la pasta sfoglia, stenderla e, con l’aiuto di uno stampino, realizzare tanti dischetti.

 

 

Una volta cotti al forno i vostri vol-au-vent, potete passare alla realizzazione della farcitura al tonno.

Gli ingredienti necessari sono:

  • 200 gr di tonno
  • 1 uova
  • Sale e pepe
  • Olio d’oliva
  • Capperi
  • Una manciata di prezzemolo

Iniziate la vostra ricetta, facendo bollire l’uovo, fino a renderlo sodo. Sgocciolate i capperi e sciacquateli per eliminare il sale in eccesso, tagliate finemente il prezzemolo ed eliminate l’olio di troppo che si trova all’interno della confezione del tonno. Una volta preparati tutti gli ingredienti, inseriteli all’interno di un mixer, aggiungete un pizzico di sale e pepe, un filo d’olio d’oliva e frullate il tutto fino ad ottenere una crema omogenea. Munitevi di una sac à poche con la punta a stella, versatevi all’interno la mousse di tonno e farcite i vostri vol-au-vent, facendo uscire un piccolo ciuffetto di crema dal cornicione del vol-au-vent. Disponeteli su un piatto da portata e potete servirli anche freddi.

Primo: spaghetti alle vongole

Per questa ricetta ci sarebbe ben poco da scrivere. Si tratta di uno dei classici dei primi a base di pesce, il piatto più consumato durante le vacanze estive al mare, stiamo parlando degli spaghetti alle vongole.
Un primo piatto molto semplice, di pochi ingredienti ma dal gusto finale veramente unico. Per far si che gli spaghetti alle vongole conquistino tutti gli ospiti, bisogna prepararli con ingredienti di prima qualità.
Passate dal vostro pescivendolo di fiducia e comprate un kilo di vongole veraci. Una volta in cucina, lavatele con cura, lasciandole per un paio di ore all’interno di un catino con dell’acqua.
Sgocciolateli bene e versateli su una padella antiaderente a fuoco medio e con il coperchio chiuso. Dovrete attendere che le vongole si aprano tutte, quelle che rimarranno chiuse dovranno essere eliminate.
Nel mentre, in una pentola capiente, portate a bollore dell’abbondante acqua, dove dovranno cucinare gli spaghetti. Ritornate sulle vongole, una volta che si saranno aperte tutte, scolatele e risciacquatele sotto l’acqua corrente.

 

 

Su una padella, versate un filo d’olio d’oliva e fate soffriggere uno spicchio d’aglio. Rimettiamo le vongole nella pentola e sfumiamole con un bicchiere di vino bianco.
Quando gli spaghetti saranno cotti, versiamoli sulla padella e facciamoli insaporire. Per concludere, a fuoco spento, spolverate gli spaghetti con una manciata di prezzemolo tritato.

Secondo: orata al cartoccio con le patate

Anche il secondo è molto light ma gustoso e soprattutto molto veloce da preparare: l’orata al cartoccio con contorno di patate al forno.
Vi serviranno pochi ingredienti e anche in questo caso dovranno essere molto freschi.

Vediamo subito quali sono gli ingredienti:

  • 4 orate
  • Pomodori ciliegino
  • Aglio
  • Prezzemolo
  • Sale e pepe
  • Olio d’oliva extravergine

Per preparare l’orata al cartoccio dovete in primis, lavare bene il pesce e successivamente posarlo su un foglio di alluminio.

Tagliate i pomodorini in due o in quattro spicchi, in base alla loro grandezza, tritate finemente il prezzemolo e anche l’aglio. Spargete sull’orata un filo d’olio d’oliva, del sale grosso, un po’ di pepe nero e infine, i pomodorini e il prezzemolo.

Avvolgete bene l’orata all’interno del foglio d’alluminio ed infornate a 180° per circa 25 minuti.

Per il contorno, vi basterà lavare, sbucciare, tagliare e condire a piacere le patate ed informarle in una teglia a parte, così potranno cucinare entrambi nello stesso momento.

Dolce: il Pandoro

Autore: Andrea Tibaldi

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Per concludere una cena natalizia, non può mancare il dolce della tradizione, che mette d’accordo tutti: il Pandoro. Può sembrare difficile la realizzazione di questo dolce ma se vi farete aiutare dal vostro robot da cucina, vi sembrerà un gioco da ragazzi.

Ingredienti:

  • 300 gr di farina Manitoba
  • 180 gr di burro
  • 130 gr di zucchero
  • 50 gr di acqua
  • 40 gr di zucchero vanigliato
  • 15 gr di lievito di birra
  • 3 tuorli
  • 2 uova intere
  • Pizzico di sale
  • Zucchero a velo per decorre

Preparazione con il Bimby: iniziamo con lo sciogliere il burro che verrà inserito a cubetti all’interno del boccale, 3 minuti a velocità 2, temperatura 37°. In seguito, versare il lievito di birra e l’acqua e far amalgamare e sciogliere il tutto a velocità 3 per 30 secondi.

Ora potete versare tutti gli altri ingredienti: le uova, i due tipi di zucchero, la farina ed un pizzico di sale (il giusto per azionare la lievitazione). Impastate per 20 secondi a velocità 5 e in seguito continuate ad impastare per 2 minuti a velocità 4.

Far lievitare il composto all’interno del forno con a fianco un pentolino di acqua bollente, questo processo durerà circa 12 ore.

Munitevi di uno stampo per pandoro da 800 grammi e imburratelo bene. Versate l’impasto e fatelo cucinare all’interno del forno, precedentemente riscaldato a 200°, per 10 minuti. Abbassate la temperatura del forno e cuocete il vostro Pandoro a 160° per mezz’ora.

Fate la prova stecchino e se il vostro dolce è pronto, lasciatelo raffreddare e una volta freddo cospargetelo di zucchero a velo.

Potete servirlo in abbinamento ad una crema al cioccolato o allo zabaione.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

434 kcal - 1814 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

3 g

Proteine

7 g - 6%

Carboidrati

55 g - 49%

Grassi

22 g - 44%

di cui

 

saturi

12.0 g

monoinsaturi

6.2 g

polinsaturi

1.2 g

Fibre

1 g

Colesterolo

190 mg

Sodio

23 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Uova bazzotte (o barzotte)

Le uova bazzotte: uno dei tanti modi di preparare le uova, facile se fatto con le giuste accortezze.


Salsa rossa o Bagnetto rosso

La salsa rossa, sorella della salsa verde, è un condimento a base di pomodoro tradizionalmente abbinato al bollito misto.


Crema di nocciole proteica

Crema di nocciole proteica: una Nutella più saziante, proteica, meno calorica, adatta per gli spuntini golosi di chi vuole rimanere in forma.


Pasta con cozze e zucchine

La pasta con le cozze e zucchine in bianco, ricetta, varianti, calorie.

 


Caesar salad

La Caesar salad: la famosissima insalata statunitense con lattuga romana, parmigiano e pollo.


Risi e bisi con pancetta e piselli freschi

Risi e bisi, il riso con piselli e pancetta, un primo piatto tipico della cucina veneta.


Burger buns (Panini da hamburger)

Il panino da hamburger, dolce e soffice, è un simbolo della gastronomia anglosassone. Vediamo come prepararlo in casa.


Bucatini (o meglio spaghetti) all'amatriciana

I bucatini (o meglio spaghetti) all'amatriciana, la pasta con pomodoro e guanciale (e senza cipolla nella versione tradizionale) che viene da Amatrice.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.