Zerodiet, l'orecchino che fa dimagrire

Zerodiet è un metodo di dimagrimento divenuto piuttosto famoso grazie alle comparsate televisive a Porta a Porta di Bruno Vespa, a Uno Mattina, e pomeriggio 5 da Barbara d'Urso dove ho avuto il piacere di incontrare di persona i promotori di questo metodo, che non è una vera e propria dieta, ma che di fatto è promosso come metodo di dimagrimento.

Come funziona zerodiet

Zerodiet fuziona tramite magneti che vengono applicati ad un orecchio, secondo i promotori di questo metodo, tali magneti ridurrebbero l'appetito consentento di dimagrire in modo semplice e naturale, senza dover seguire un programma alimentare ma semplicemente a seguito della riduzione dell'appetito. Il metodo si baserebbe sugli stessi principi dell'agopuntura.

Il magnete costa poco meno di 50 euro, ed è abbinato anche a spray e creme (purtroppo l'antitrust su questi prodotti può ben poco, anche se riteniamo che siano bufale altrettanto grosse), che promettono un dimagrimento localizzato nelle zone in cui vengono applicate (ma se il magnete funziona, perché aver bisogno anche delle creme?).

Zerodiet

Analisi critica del metodo zerodiet

Ho incontrato personalmente i rappresentanti dell'azienda che vende il magnete auricolare da Barbara d'Urso a Pomeriggio 5, nel 2011. E ho constatato con stupore che uno di loro era in forte sovrappeso! Ma dico, con che faccia si può proporre un metodo di dimagrimento se questo non funziona nemmeno su chi lo propone? Non mi resta che dire... Se credete che un magnete possa farvi dimagrire, mi dispiace ma siete senza speranza!

Sulla questione era intervenuta l'antitrust, che ha condannato l'azienda Starbene, che commercializza Zerodiet, a pagare una multa di 20mila euro per pubblicità ingannevole. L'antitrust ha affermato che la documentazione scientifica fornita per supportare il messaggio promozionale di Zerodiet è molto approssimativa e i risultati molto sospetti. L'azienda ha fatto ricorso al TAR che le ha dato ragione nel mese di Luglio del 2012, annullando la sentenza di censura.

 

 

Rimane il mio personale giudizio negativo sul prodotto. E mi chiedo anche quale sia il criterio di Vespa per selezionare i partecipanti a Porta a porta. Povero prof. Calabrese, mi fa pena per il fatto di dover ogni volta scontrarsi con luminari del calibro di Lemme o dei promotori di Zerodiet...

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Sciroppo di glucosio

Lo sciroppo di glucosio è uno degli ingredienti più utilizzati dall'industria alimentare, come sostituto dello zucchero.


Selenio

Il selenio è un elemento importante per contrastare il danno ossidativo prodotto dagli idroperossidi: scopriamo quando c'è rischio di carenza o eccesso, vantaggi o svantaggi.


Sardina o sarda

Sardina o sarda: il pesce azzurro ricco di omega 3. Come sceglierla, la stagione migliore, la preparazione e le ricette.


Chutney - salsa indiana

Il chutney o chatni è una salsa piccante a base di frutta e spezie tipica della cucina indiana.

 


Wafer paper o Rice paper

Wafer paper (o rice paper): l'ultima frontiera del cake design fatta con fogli di ostia.


Pasta di semola di grano duro

Pasta - Produzione e caratteristiche della pasta di semola di grano duro


La pasta fa ingrassare?

La pasta fa ingrassare? Dipende dal sugo... Ma non dalle calorie o dai grassi, quanto dalla densità calorica.


Birra triplo malto

La birra triplo malto molto probabilmente è nata per imitare la tripel belga e indica una birra ad alta gradazione alcolica, non uno stile di birra.