Le crepes

La crepe è una ricetta di di origine francese che si è diffusa rapidamente in tutto il mondo grazie alla sua semplicità di preparazione, gli ingredienti semplici e la sua versatilità.

Le crepes sono fatte con una pastella semiliquida a base di farina, latte, uova e zucchero (con eventuale aggiunta di panna o burro), che viene cotta in una padella rovente unta con poco burro o altre fonti di grasso.

Una volta preparate, le crepes vengono farcite con i più svariati ingredienti: i più classici sono marmellata, crema, Nutella (o meglio, crema Novi), sciroppo d'acero o miele, salse di frutta.

In Francia le crepes sono considerate un simbolo di amicizia e alleanza: originariamente venivano servite in occasione della Candelora e del Martedì Grasso.

Le crepes Suzette

Crepes

La ricetta più classica delle crepes è di origine francese: le crepes Suzette.

La ricetta non prevede ripieni, ma semplicemente di cuocere le crepes in un fondo di burro e zucchero, aromatizzato con scorza e succo di arancia e/o limone. Il tocco finale prevede di fiammeggiare le crepes con un liquore, il Grand Marnier.

Come tutte le ricette più famose, esistono diverse leggende dietro l'origine delle crepe Suzette.

Secondo la prima versione le crepe Suzette nacquero dall'errore di un giovane apprendista al servizio di Auguste Escoffier, al Cafè de Paris di Montecarlo, il quale, mentre preparava una crepe a Edoardo VIII, principe del Galles, rovesciò del liquore che prese fuoco. Il giovane apprendista assaggiò il dolce e trovandolo delizioso lo inviò al tavolo di Edoardo VIII che richiese addirittura il bis.

Il principe chiese che venisse dedicata a Suzette, figlia di un suo amico che stava pranzando con lui, il nome di quel dessert.

Secondo la seconda versione, le crepes Suzette sarebbero state ideate maÎtre Josèph del ristorante "Marivaux" di Parigi nel 1897, in onore di una attrice dell'opera.

 

Le crepes negli altri paesi

In tutte le culture esistono ricette molto simili a quelle delle crepes.

In Africa troviamo l'injera, la tortilla in Messico, il Dosa in India.

In Norvegia le crepes sono chiamte Pannekake, in Germania Pfannkuchen, e in Olanda pannenkoeken.

In Italia abbiamo le crespelle, termine che tuttavia si riferisce solo alle crepes salate.

In tutta la zona che cadeva sotto il dominio dell'Impero Austro-Ungarico e in tutta la ex-Jugoslavia, le crepes vengono chiamate palacinche (termine italianizzato). Anche in tutta la ex-Unione Sovietica le crepes sono molto apprezzate, soprattutto quelle salate da mangiare con il caviale, o quelle dolci da consumare con la panna acida.

Sì o No?

Le crepes non hanno molte calorie: dalle 160 alle 200 per 100 g, a seconda della ricetta. La mia ricetta delle crepes, che propongo di seguito e che trovate anche nel mio libro di pasticceria con le istruzioni video per preparare le crepes, ha 200 kcal/hg e prevede l'aggiunta di un poco di burro, che ritengo sia necessario per rendere molto più gustose le crepes che altrimenti risulterebbero un po' gommose e prive di gusto.

 

Se il ripieno delle crepes è fatto con crema pasticcera o marmellata, quindi con composti che hanno meno di 200 kcal/hg, allora si ottiene una ricetta Sì, saziante e ipocalorica e sicuramente non troppo appetibile, dunque si può consumare senza particolari problemi e senza rischiare di esagerare con le calorie. Se invece il ripieno è più calorico (è il caso della Nutella che ha ben 550 kcal/hg!) allora bisogna fare attenzione, più che altro alla quantità perché a causa dell'elevata appetibilità è facile esagerare (100 g di crepes con 30 g di Nutella fanno ben 400 kcal!).

La ricetta delle crepes

Le crepes non sono difficili da preparare, occorre solo una padella da 24-28 cm, meglio se di acciaio ma va bene anche di alluminio, purché antiaderente. La padella di acciaio garantisce una ottima inerzia termica e quindi una perfetta omogeneità di cottura, mentre con l'alluminio bisogna stare attenti a regolare sempre la fiamma alla giusta intensità.

In genere la prima crepe non riesce bene, perché la padella deve ancora scaldarsi uniformemente e la superficie si deve ungere bene, eventualmente gettatela ma non scoraggiatevi: le altre saranno perfette.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di latte;
  • 250 di farina;
  • 3 uova;
  • 30 g di burro fuso;
  • 50 g di zucchero;
  • un pizzico di sale.

Preparazione delle crepes: preparare la pastella lavorando gli ingredienti con una frusta (a mano, o elettrica a bassa velocità). Far riposare il composto 15 minuti, quindi scaldare bene una padella di 24-28 cm, ungerla con un tovagliolo intriso di burro e versarvi 70-90 g di composto, cospargerlo uniformemente con un movimento circolare del polso, cuocere per 30-60 secondi quindi girarla quando inizia a prendere colore, cuocerla per altri 30 secondi e metterla su un piatto. Continuare fino ad esaurimento del composto e mescolarlo bene prima di preparare ogni crepe perché la farina tende a precipitare sul fondo.

Calorie per 100 g delle crepes: 200

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Spaghetti con la colatura di alici

Spaghetti con la colatura di alici: la ricetta tipica della Vigilia di Natale nella cucina campana.


Insetti commestibili

Gli insetti commestibili: da esclusivo appannaggio di alcuni popoli etnici a cibo che salverà il futuro mondiale.


Fritto misto all'italiana

Si fa presto a dire fritto misto all'italiana ma le varianti regionali sono tantissime.


Fritto misto di pesce

Il fritto misto di pesce: il secondo piatto di mare per eccellenza, a base di gamberi, calamari e alici.

 


Fritto di paranza

La paranza o il fritto di paranza: un piatto di mare che prevede una grande varietà di pesci con le lische fritti.


Crocchette di patate

Le crocchette di patate o crocchè sono un classico cibo da strada diffuso soprattutto nel Meridione e in Spagna.


Crema fritta - cremini fritti

La crema fritta: uno dei protagonisti del fritto misto all'italiana mangiato sia come contorno che come dessert.


Olive all'ascolana

Le olive all'ascolana, ripiene di carne e fritte: un piatto che dalle Marche ha fatto il giro del mondo.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.