Il montebianco o montblanc

Il montebianco è un dolce tipico piemontese realizzato con le castagne lessate in acqua e zucchero e poi ridotte a passato-purea, messe in una sac a poche da pasticcere e presentate sul piatto a forma di montagna, successivamente ricoperta di panna montata, come a dare l'idea di un monte innevato. L'origine di questo dolce è molto probabilmente francese, il nome montebianco, infatti, deriva dall'italianizzazione del nome originale della ricetta montblanc, ma dato che le radici di questo dolce vanno ricercate nei secoli scorsi è probabile che, come i marron glaces, sia nato sotto il regno dei Savoia quando Piemonte e Francia erano uniti.
Il Monte Bianco stesso, a cui il dolce si riferisce, si trova giusto al confine tra l'Italia e la Francia, quindi al di là del campanilismo, è molto probabile che la ricetta sia nata in territorio comune per poi diffondersi in tutta Europa. 

Ricetta del montebianco

La realizzazione del montebianco è molto semplice, basta munirsi di una buona materia prima, cioè di ottime castagne, preferibilmente di marroni, perchè sono più dolci delle castagne e non hanno quel retrogusto amarognolo e, inoltre, occorre avere un pò di pazienza per sgusciarli tutti prima di procedere con la realizzazione del dolce. In alternativa in commercio esistono delle creme di marroni già pronte per l'uso, basta giusto allungarle con del latte o dell'acqua, ma si perde tutto il divertimento del realizzare un dolce personalmente.

Come sbucciare le castagne

Montebianco

Per sbucciare le castagne e per fare in modo che il loro sapore rimanga neutro occorre lessarle, sconsiglio di passarle in forno perchè il loro gusto ne risulterebbe alterato. Quindi mettere a bollire un litro d'acqua e buttarci dentro i marroni un po' alla volta per circa 3 minuti, poi scolarli, e con l'aiuto di uno strofinaccio pelarli, l'operazione risulta più semplice se viene effettuata quando sono caldissimi ed è l'unico modo che consente di eliminare anche la pellicina. A questo punto, quando tutti i marroni saranno sgusciati, si può procedere con la realizzazione del montebianco oppure si possono congelare per riutilizzarli in un secondo momento.

Ingredienti

  • 800 g di marroni
  • 130 g di zucchero
  • 400 cl di acqua o latte
  • un pizzico di sale
  • 1 bicchierino di rum
  • 300 g di panna montata possibilmente fresca
  • cacao amaro in polvere (facoltativo per la decorazione)
  • qualche marron glaces (facoltativi per la decorazione)

Procedimento

 

 

In una grande pentola mettere l'acqua (o il latte se si vuole ottenre una crema più morbida) con il pizzico di sale, portare ad ebollizione e unire i marroni, farli bollire lentamente a fuoco costante per circa 30 minuti, poi scolarli se rimane ancora acqua, e passarli al setaccio per ottenere una purea omogenea. Impastare bene la purea con il rum e lasciarla raffreddare. Ha bisogno di un tempo di riposo in frigorifero abbastanza lungo, possono essere sufficienti 2 ore ma c'è chi la tiene in frigo anche per un giorno intero. Una volta tolta dal frigo, ripassare la purea al setaccio forato in modo da ottenere degli spaghetti, in alternativa si può usare una sac a poche da pasticcere, e disporla sul piatto formando una montagna appuntita. Ricoprire il tutto di panna montata e, a piacere, di una spolverata di cacao amaro e di qualche marron glaces lasciato intero.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Torta giapponese (Japanese cotton cheesecake)

Japanese cotton cheesecake, ovvero la torta giapponese a base di formaggio che ha sbancato sul web negli ultimi anni.


Coniglio al forno con patate

Coniglio al forno con patate: un secondo piatto italiano classico che tutti conosciamo, vediamo insieme la ricetta.


Cioccolato plastico

Il cioccolato plastico: una pasta modellabile per creare decorazioni per torte e dolci.


Come si cuoce la pasta?

Come si cuoce la pasta? Il sale va fino o grosso? Prima o dopo l'ebollizione? E se me lo scordo? Quale pentola usare? È vero che si può cuocere a fuoco spento?

 


Cuocere la pasta a fuoco spento?

La pasta si cuoce correttamente a qualunque temperatura superiore agli 80 gradi: per questo la cottura a fuoco spento (o cottura passiva) è possibile, tuttavia i vantaggi non sono molto interessanti.


Biscotti di castagne

I biscotti di castagne vengono prodotti a partire dalla farina di castagne, nel periodo autunnale e per tutto l'inverno, che sostituisce del tutto o in parte la farina bianca comune.


Panna cotta

La panna cotta: un dolce piemontese simile al budino a base di panna.


Paste di meliga

Le paste di meliga, i frollini piemontesi tipici del cuneese.