La dieta ABS

La dieta ABS (addominali, in inglese) è una dieta ideata nel 2004 dal capo redattore di Men's Health, David Zinczenko. La promessa è quella di perdere fino a 6 kg di grasso, prevalentemente nella pancia, in sole due settimane, e di costruire il famoso "six pack" (addominali visibili) in sei settimane.

Come funziona la dieta ABS

La dieta abs si basa su 12 alimenti pensati per apportare tutte le vitamine, i minerali e le fibre necessari all'organismo per promuovere la crescita muscolare e aiutare il corpo a bruciare i grassi.

Nella dieta ABS si mangia sei volte al giorno, al fine di mantenere alti i livelli di energia e di sconfiggere la fame. Si consumano proteine ad ogni pasto e spuntino, per promuovere la costruzione di massa muscolare e aumentare il senso di sazietà indotto dai cibi.

Dieta ABS

Gli spuntini vanno inseriti due ore prima e due ore dopo i pasti principali. La quantità di cibo viene indicata nel piano alimentare, ma non si devono calcolare le calorie autonomamente. Ogni pasto deve contenere almeno due dei 12 "powerfoods", i cibi che promuovono il consumo di grasso e la costruzione di massa magra: mandorle, fagioli, spinaci, farina d'avena, uova, burro di arachidi, lamponi, olio d'oliva e cereali integrali. La dieta ABS sconsiglia il consumo di carboidrati raffinati, grassi saturi e trans, cibi contenenti sciroppo di fruttosio e zuccheri semplici in generale. Una volta alla settimana si può sgarrare mangiando ciò che si vuole.

 

 

L'esercizio fisico è importante quanto l'alimentazione: viene consigliato un programma settimanale di 30 minuti al giorno di attività aerobica.

La dieta prevede il consumo di una grande quantità di frullati, fatti con i 12 "powerfood".

Per seguire la dieta si può acquistare il libro "The New ABS Diet", uscito nel 2010, dove vengono riportati nel dettaglio i piani alimentari e il programma di esercizi.

Esiste anche un libro specifico per le donne, per le quali la dieta è tarata su 1400-1600 kcal al giorno ed è modificata leggermente per tenere conto del differente assetto ormonale delle donne, della diversa attitudine all'attività fisica, e dei bisogni specifici delle donne in gravidanza e allattamento.

Analisi critica della dieta ABS

La dieta ABS ha il grande limite di tutte le diete che promettono un dimagrimento localizzato: parte da un presupposto smentito categoricamente dagli esperimenti scientifici.

In altri termini: il dimagrimento localizzato non esiste.

Cioè non esistono diete, o cibi, che favoriscano il dimagrimento in una zona del corpo, rispetto ad un altra. Esistono le diete che fanno perdere grasso in modo ottimale (minimizzando la perdita di massa magra), ma quelle che fanno perdere grasso sulla pancia, NO, non esistono. E anche fare centinaia di esercizi per gli addominali tutto i giorni non servirà a perdere grasso più velocemente sulla pancia, no, nemmeno questo è vero. Farà aumentare la dimensione dei muscoli che sono SOTTO la pancia, ma senza dimagrire, non verranno fuori.

Detto questo, la dieta è senz'altro discreta, nel senso che può far dimagrire la maggior parte delle persone, ma difficilmente farà perdere 6 kg in due settimane! Ogni settimana si possono perdere 1-2 kg di grasso, non di più (se non si è gravemente obesi). Infatti è basata sul consumo di proteine ad ogni pasto (che saziano e minimizzano la perdita di muscolo), è composta da cibi sani, ricchi di vitamine, minerali, grassi "buoni" e antiossidanti; di cibi ad alto indice di sazietà; ed è ipocalorica (condizione necessaria per perdere peso). Ma tutto questo, con la perdita di grasso sulla pancia, non c'entra nulla. Il grasso sulla pancia andrà via, proporzionalmente a quello sul resto del corpo, vedi l'articolo sul grasso localizzato, o sulla dieta per la pancia, o sulla "flat belly diet". Sicuramente è una buona strategia di marketing, perché tutti vorrebbero addominali scolpiti, ma ahimé questa dieta non offre alcun vantaggio rispetto ad una qualsiasi altra dieta ben progettata.

Una cosa positiva c'è: si consiglia un'attività fisica di intensità non minimale, di durata accettabile e da eseguire con una buona frequenza.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Sciroppo di glucosio

Lo sciroppo di glucosio è uno degli ingredienti più utilizzati dall'industria alimentare, come sostituto dello zucchero.


Selenio

Il selenio è un elemento importante per contrastare il danno ossidativo prodotto dagli idroperossidi: scopriamo quando c'è rischio di carenza o eccesso, vantaggi o svantaggi.


Sardina o sarda

Sardina o sarda: il pesce azzurro ricco di omega 3. Come sceglierla, la stagione migliore, la preparazione e le ricette.


Chutney - salsa indiana

Il chutney o chatni è una salsa piccante a base di frutta e spezie tipica della cucina indiana.

 


Wafer paper o Rice paper

Wafer paper (o rice paper): l'ultima frontiera del cake design fatta con fogli di ostia.


Pasta di semola di grano duro

Pasta - Produzione e caratteristiche della pasta di semola di grano duro


La pasta fa ingrassare?

La pasta fa ingrassare? Dipende dal sugo... Ma non dalle calorie o dai grassi, quanto dalla densità calorica.


Birra triplo malto

La birra triplo malto molto probabilmente è nata per imitare la tripel belga e indica una birra ad alta gradazione alcolica, non uno stile di birra.