Molluschi cefalopodi

I cefalopodi sono un gruppo di molluschi, definiti anche Supermolluschi, in quanto sono i più evoluti tra gli invertebrati, l'ultimo anello della catena evolutiva prima dei vertebrati, hanno, ad esempio, un occhio molto sviluppato, simile a quello umano, e altri adattamenti come la capacità di mimetismo, che ha portato la comunità scientifica a definirli animali molto intelligenti. Per chi se lo fosse perso, consiglio di vedere il video in cui un polpo riesce a svitare il tappo del barattolo nel quale è chiuso per liberarsi. Inoltre, è stato dimostrato che il polpo riesce a distinguere le forme e i colori ed è l'unico invertebrato ad essere stato equiparato ai vertebrati in materia di benessere animale.

I cefalopodi sono così chiamati dal greco, il termine è composto dall'unione di due parole: kephale = testa e podos = piede, ossia animali con la testa attaccata ai piedi.

Si conoscono circa 600 specie di cefalopodi tra le quali le più diffuse e commercializzate per scopi alimentari sono 5, almeno qui in Italia:

In Asia, in special modo nelle Filippine, viene consumato anche un altro mollusco cefalopode molto apprezzato e pregiato, il Nautilus pompilius (vedi foto in basso), l'unico cefalopode provvisto di una conchiglia esterna e di 90 tentacoli, dalla storia millenaria, tanto che viene definito un "fossile vivente", presente nell'Oceano Indiano e nell'Oceano Pacifico, ma non nel Mediterraneo e in Italia è ancora considerato specie non commestibile, quindi non viene neanche importato. 

 

 

Caratteristiche dei molluschi cefalopodi

Molluschi cefalopodi

I cefalopodi sono degli animali predatori, la loro bocca, situata tra i tentacoli, è dotata di un becco corneo (simile a quello dei pappagalli per intenderci) con il quale afferrano le prede, di un rostro con il quale masticano il cibo e di una radula (una sorta di lingua rugosa) con la quale portano l'alimento all'interno dell'apparato digerente.

Vengono suddivisi in base al numero dei tentacoli in due grandi categorie: gli ottopodi e i decapodi.

I decapodi sono la seppia, il calamaro e il totano, hanno 10 tentacoli, o meglio 8 braccia che usano per spostarsi e 2 tentacoli più lunghi che estroflettono per afferrare le prede, quando non cacciano questi due tentacoli rimangono custoditi dentro apposite tasche. 

Gli ottopodi sono, invece, il polpo e il moscardino e hanno 8 tentacoli. Moscardino e polpo si differenziano per il numero di file di ventose sui tentacoli, il moscardino ne ha solo una, mentre il polpo ne ha due simmetriche (quindi occhio alle frodi commerciali, dato che il polpo spunta prezzi molto più alti!).

Un'altra curiosità sui cefalopodi è che hanno 3 cuori, uno sistemico (come il nostro) e due branchiali, così chiamati perché posizionati vicino alle branchie, che hanno lo scopo di ossigenare il sangue.

Generalmente, i cefalopodi sono animali demersali, amano vivere vicino al fondale e spesso si nascondono in anfratti, dove depongono anche le uova, unica eccezione è il calamaro che, invece, è un animale nectonico, un grande nuotatore, dotato di un gladio interno molto leggero e sottile che gli permette di spostarsi con estrema velocità, a differenza dell'osso di seppia che, invece, è molto più pesante e robusto.

I cefalopodi non vengono allevati, sono stati fatti dei tentativi di allevamento del polpo ma con scarsi esiti, le larve schiudono ma non sopravvivono, la Spagna fa allevamenti di solo ingrasso del polpo, ma pesca comunque le larve in mare aperto.

Eppure, l'allevamento dei cefalopodi darebbe molte soddisfazioni, se si riuscisse a mettere a punto una tecnica, dato che questi molluschi hanno un ottimo indice di accrescimento, unico in natura, riescono ad aumentare ogni giorno di un terzo del peso!

Vedi anche altri articoli del nostro database:

Il nero di seppia

Come cuocere il polpo

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Dolcificanti

I dolcificanti sono additivi o alimenti usati come sostituti dello zucchero e possono essere sintetici come l'aspartame o naturali come la stevia.


Sciroppo di fruttosio

Lo sciroppo di fruttosio, anche chiamato sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFCS), è accusato di causare obesità e altri problemi di salute.


Sciroppo di glucosio

Lo sciroppo di glucosio è uno degli ingredienti più utilizzati dall'industria alimentare, come sostituto dello zucchero.


Selenio

Il selenio è un elemento importante per contrastare il danno ossidativo prodotto dagli idroperossidi: scopriamo quando c'è rischio di carenza o eccesso, vantaggi o svantaggi.

 


Sardina o sarda

Sardina o sarda: il pesce azzurro ricco di omega 3. Come sceglierla, la stagione migliore, la preparazione e le ricette.


Chutney - salsa indiana

Il chutney o chatni è una salsa piccante a base di frutta e spezie tipica della cucina indiana.


Wafer paper o Rice paper

Wafer paper (o rice paper): l'ultima frontiera del cake design fatta con fogli di ostia.


Pasta di semola di grano duro

Pasta - Produzione e caratteristiche della pasta di semola di grano duro