Leccia

La leccia (lichia amia) è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia delle Carangidae.
Ha un corpo allungato, ovaliforme e appiattito, tanto che visto lateralmente sembra molto più grande.
Il suo muso è appuntito con una bocca ampia ed occhi piccoli.
La sua caratteristica più peculiare è la pinna caudale biforcuta come a formare una V orizzontale.

La leccia ha una colorazione grigio-azzurra sul dorso, argentea sui fianchi e sul ventre e le pinne sono scure.
La sua lunghezza varia dai 40 cm ai 2 metri, ed il suo peso arriva ad un massimo di 30 Kg.
È un ottimo nuotatore e si ciba di sardine ed alici.

Zone di diffusione della leccia





Leccia

La leccia è presente in tutto il mar Mediterraneo e nell'Atlantico orientale fino alle coste africane. Vive in profondità in branchi molto numerosi e si avvicina alle coste in primavera per riprodursi, momento ideale per catturarla.

Tecniche di pesca della leccia

La leccia viene catturata professionalmente con reti a strascico e reti da traina e dai pescatori sportivi con la tecnica dello spinning, ma la sua cattura è tutt'altro che facile, perché è un pesce molto furbo e diffidente e sa rifiutare un'esca non perfettamente confezionata.

Caratteristiche organolettiche della leccia

La leccia è più facilmente reperibile in primavera-estate sul bancone del pesce, ma dato che viene commercializzata anche congelata, affumicata ed essiccata si può trovare tutto l'anno. Le sue carni sono molto apprezzate, hanno un sapore delicato molto simile a quello della ricciola.

Si adatta bene ai ragù di pesce, a cotture al forno o al cartoccio, accompagnata da patate.

Accedi ai servizi gratuiti

Per utilizzare i nostri servizi devi registrarti gratuitamente.

- Consiglia questo articolo su Google

Articoli più letti sezione: Alimentazione